skip to Main Content
Le candidature andranno presentate entro il 24 aprile 2024. Sono interessate 27 biblioteche dello Stato sparse sull’intero territorio nazionale

La Direzione generale biblioteche e diritto d’autore ha pubblicato un bando per il conferimento di incarichi di collaborazione per la figura professionale di Esperto catalogatore. Si tratta di 46 posizioni aperte in 27 biblioteche statali sparse sul territorio nazionale. Le collaborazioni sono attivate ai sensi del Decreto Milleproroghe convertito in legge a fine febbraio che stabilisce che “a decorrere dal 1° aprile 2024, gli incarichi di collaborazione per assicurare lo svolgimento delle funzioni di tutela e di valorizzazione del patrimonio culturale e del paesaggio degli uffici periferici, di cui all’articolo 24, comma 1, del decreto-legge 14 agosto 2020, n. 104, convertito, con modificazioni, dalla legge 13 ottobre 2020, n. 126, possono essere conferiti previa selezione comparativa dei candidati e per la durata massima di sei mesi e comunque non eccedente il termine del 31 dicembre 2024”. Le candidature andranno presentate entro il 24 aprile 2024.

L’ATTIVITÀ RICHIESTA

L’incarico di collaborazione è svolto presso 27 biblioteche pubbliche statali. Il collaboratore è chiamato a supportare l’attività delle biblioteche al fine di assicurare lo svolgimento delle funzioni di tutela e valorizzazione del patrimonio culturale nei rispettivi ambiti territoriali di competenza. Rientra in tale attività la catalogazione secondo le procedure informatiche del Servizio bibliotecario nazionale (SBN) di materiale bibliografico corrente e delle nuove acquisizioni delle biblioteche, nonché l’individuazione e il recupero catalografico di raccolte librarie già catalogate in formato cartaceo. Il collaboratore deve pertanto aver maturato specifiche competenze ed esperienze pluriennali nel settore di intervento. L’attività di collaborazione è svolta personalmente dal collaboratore, in modo flessibile e autonomo e senza vincolo di subordinazione.

Il candidato deve possedere i seguenti requisiti: a) Diploma di laurea vecchio ordinamento o laurea magistrale in Lettere con indirizzo storico-artistico o in Lingue e culture moderne o in Beni culturali o equipollenti; b) Esperienza professionale di almeno otto anni, di cui almeno quattro anni maturata in incarichi di inventariazione, catalogazione o digitalizzazione di beni librari; c) Conoscenza avanzata dello specifico software applicativo di catalogazione SBN utilizzato nella sede indicata nella domanda di partecipazione; d) Partita IVA.

VALUTAZIONE DOMANDE

Per la valutazione delle candidature sarà nominata, con successivo provvedimento dell’Amministrazione, una apposita Commissione formata da tre componenti effettivi, tra cui almeno un dirigente con funzioni di presidente, supportata da una Segreteria tecnica. Nella valutazione sarà preso in considerazione in termini quantitativi e qualitativi quanto attestato dal candidato nel curriculum e nella lettera motivazionale, con particolare riferimento alla formazione specifica, all’esperienza maturata in attività professionali e ai ruoli già ricoperti inerenti agli obiettivi dell’avviso, con particolare riguardo per le attività già svolte per conto di biblioteche pubbliche.

L’incarico di collaborazione, della durata massima di sei mesi, non potrà comunque eccedere la data del 31 dicembre 2024. L’incarico potrà cessare anticipatamente rispetto al termine contrattuale per gravi inadempienze del collaboratore. Nell’ipotesi di cessazione anticipata, la Biblioteca interessata dovrà comunicare al collaboratore le relative motivazioni almeno 15 giorni prima del termine fissato per la cessazione anticipata. Il collaboratore ha facoltà di recedere dall’incarico con preavviso non inferiore a 15 giorni.

Il compenso professionale per lo svolgimento dell’incarico è stabilito nell’importo massimo lordo computato su 6 mesi di euro 16.000,00.

© AgenziaCULT - Riproduzione riservata

Back To Top