skip to Main Content
L'obiettivo del corso post-laurea è quello di formare profili professionali nel campo della progettazione europea, intesa come l'insieme di competenze teoriche e, soprattutto, tecnico-gestionali necessarie ad elaborare e gestire in maniera efficace progetti finanziati dall'Ue, in particolare nell'ambito dei settori della cultura, della creatività, dell’audiovisivo e del multimediale

Sono aperte fino al 9 febbraio 2024 le iscrizioni alla sesta edizione del Master di I livello in Progettazione europea per la Cultura e la Creatività, promosso dal Dipartimento di Scienze politiche dell’Università degli Studi di Perugia. L’obiettivo del corso post-laurea è quello di formare profili professionali nel campo della progettazione europea, intesa come l’insieme di competenze teoriche e, soprattutto, tecnico-gestionali necessarie ad elaborare e gestire in maniera efficace progetti finanziati dall’Ue, in particolare nell’ambito dei settori della cultura, della creatività, dell’audiovisivo e del multimediale. Metodologie e tecniche specifiche di project design e di project management, infatti, sono fondamentali per realizzare progetti di successo.

Intercettare risorse finanziarie europee è oramai strategico, in generale e anche per il settore culturale e creativo. Non solo in termini di sostenibilità economica delle organizzazioni culturali, ma anche in un’ottica di innovazione: collaborare a livello europeo significa sperimentare e ricercare soluzioni condivise a problemi comuni. Il Master ha una durata di circa 15 mesi, per un totale di 1.850 ore (composte da didattica, studio individuale, tirocinio e prova finale), per 74 crediti formativi universitari (CFU). La didattica – organizzata a fine settimana alternati, in parte online ed in parte in presenza – è fortemente caratterizzata dalla dimensione pratica dell’apprendimento, garantita sia dai numerosi momenti laboratoriali e di esercitazione che dal tirocinio.

Numerose le novità per l’edizione 2023-2024, tra cui la collaborazione con l’Associazione Guglielmo Epifani, ispirata alla figura del sindacalista e politico, che ha scelto di finanziare 5 borse di studio a beneficio del Master. Le borse verranno attribuite coniugando criteri legati al merito e alla capacità di reddito dei richiedenti. Inoltre, per i dipendenti della pubblica amministrazione sono disponibili 5 borse di studio executive INPS e massimo 6 posti nell’ambito dell’iniziativa PA 110 e lode.

© AgenziaCULT - Riproduzione riservata

Back To Top