skip to Main Content
PATRIMONIO QUO VADIS

Porte aperte alle istituzioni culturali italiane con la diciottesima Giornata del Contemporaneo

Celebrata lo scorso 8 Ottobre, la diciottesima Giornata del Contemporaneo torna a riprendere la sua veste dinamica, inclusiva, aperta al grande pubblico dopo due anni di chiusure forzate. La collaborazione con il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale ha permesso l’estensione anche in altri Paesi. Ne abbiamo parlato con il Presidente dell’Associazione promotrice AMACI, Lorenzo Balbi
[Patrimonio Quo Vadis] Carisma e creatività

[Patrimonio Quo Vadis] Carisma e creatività

Un convegno per accendere il confronto sui destini dei patrimoni culturali delle comunità di vita consacrata in dismissione

[Patrimonio Quo Vadis] Musei e antropologi

Vite, traiettorie e pratiche intorno al patrimonio culturale
[Patrimonio Quo Vadis] Uno sguardo connettivo sull’eredità culturale

[Patrimonio Quo Vadis] Uno sguardo connettivo sull’eredità culturale

C’è in gioco non un patrimonio statico e prevalentemente turistico, ma beni relazionali che per vivere (non sopravvivere) hanno bisogno di essere vissuti dai contemporanei, prima ancora che dalle generazioni future
[Patrimonio Quo Vadis] Patrimonio e narrazioni. Quando al centro è la relazione tra opera e persona

[Patrimonio Quo Vadis] Patrimonio e narrazioni. Quando al centro è la relazione tra opera e persona

Volontari di Bergamo si mettono in relazione con i luoghi della cultura durante la pandemia. Un progetto che ora è un libro
© Photo by Michele Bitetto on Unsplash

[Patrimonio Quo Vadis] 28 voci per il futuro dei musei

Le suggestioni e le visioni di ventotto musei internazionali, raccolte da András Szántó nel volume “The Future of the Museum. 28 Dialogues”

© AgenziaCULT - Riproduzione riservata

Back To Top