skip to Main Content

Si chiama “Suono Grasso”, in inglese Fat Sound, e indica il tipico suono della musica degli anni ’80. Un nome che vuole anche fare evocare la fertile terra emiliano-romagnola e la sua ricca cucina. E’ la nuova iniziativa che nasce dalla missione condivisa di Emilia-Romagna Music Commission e di Ater Fondazione, che punta a sviluppare le con...

Per visualizzare l’articolo integrale bisogna essere abbonati.

Per sottoscrivere un abbonamento contatta gli uffici commerciali all’indirizzo marketing@agenziacult.it.

Se invece vuoi ricevere settimanalmente una selezione delle notizie pubblicate da Agenzia CULT registrati alla Newsletter settimanale gratuita.

Password dimenticata?

Non hai un account? Scrivici per informazioni sui nostri abbonamenti o registrati alla newsletter gratuita settimanale.

Back To Top