skip to Main Content
L'esposizione sarà ospitata presso il Parco Archeologico di Ostia Antica: un percorso di pannelli illustrativi attraverso il quale conoscere i 60 siti europei insigniti del prestigioso riconoscimento
foto da www.museostorico.it

In occasione delle Giornate Europee del Patrimonio, il 24 e 25 settembre il Parco Archeologico di Ostia Antica ospita la mostra Alla scoperta dei siti “Marchio del patrimonio europeo”, promossa dal Servizio VI del Segretariato generale del MiC, un percorso di pannelli illustrativi attraverso il quale conoscere i 60 siti europei insigniti del prestigioso riconoscimento. Il Marchio del patrimonio europeo è azione speciale di ‘Europa creativa’, il programma quadro della Commissione europea per la cultura e per il settore audiovisivo. Nato nel 2011, il Marchio viene attribuito a quei siti del patrimonio culturale europeo che possiedono un particolare valore simbolico o rivestono un ruolo importante nella storia e nella cultura d’Europa e mira a rafforzare il senso di appartenenza dei cittadini europei all’Unione europea. L’Area archeologica di Ostia antica è stato il terzo sito italiano ad aver ricevuto il Marchio (2019), dopo il Museo Casa De Gasperi (2014) e il Forte Cadine (2017). All’isola di Ventotene, nell’ambito della selezione 2021, il quarto ed ultimo premio che ha riguardato il nostro paese.

E’ online dal 20 giugno sul sito del Ministero della Cultura, il bando www.marchiopatrimonio.beniculturali.it per la preselezione dei siti italiani da candidarsi al Marchio del patrimonio europeo 2023. I candidati dovranno presentare un dossier, redatto sulla base dei format elaborati dalla Commissione europea allegati al bando, che dimostri il valore simbolico europeo del sito proposto, in termini di carattere transfrontaliero o paneuropeo dello stesso, di collocazione e ruolo nella storia e nell’integrazione europee e legame con eventi, personalità o movimenti chiave europei oppure, infine, di collocazione e ruolo nello sviluppo e nella promozione dei valori comuni che sono alla base dell’integrazione europea. Entro il 2 novembre 2022, le richieste di candidatura dovranno essere presentate al seguente indirizzo di posta certificata europeanlabel@mailcert.beniculturali.it. Saranno poi valutate da una apposita Giuria, la quale dovrà individuare i due migliori progetti entro l’8 febbraio 2023. I dossier dei siti preselezionati saranno trasmessi alla Commissione europea entro il 1° marzo 2023.

Back To Top