skip to Main Content

È online il video realizzato dalla Direzione generale Musei del Mibact, in collaborazione con Ales Spa, sulla produzione di vetro nel Nord Italia dall’età del Bronzo al Medioevo, nato dal progetto Sleeping Beauty.

Protagonisti sono i reperti provenienti dalle ricche collezioni dei musei del Veneto e del Friuli Venezia Giulia che narrano la nascita di un’antica tradizione: quella della produzione del vetro, con una storia lunga più di 2.000 anni.

Nel video è documentato il corso intensivo sul restauro del vetro tenutosi dal 22 al 27 ottobre 2018 presso la Galleria Giorgio Franchetti alla Ca’ D’Oro di Venezia, il cui obiettivo principale è stato formare sulle corrette metodologie di conservazione restauratori e archeologi del Mibact.

IL PROGETTO SLEEPING BEAUTY

La Direzione generale Musei ha tra i suoi compiti quello di promuovere accordi culturali con istituzioni italiane e straniere per favorire la circolazione delle opere a livello internazionale. Nell’ambito di questa attività, ha avviato il progetto internazionale Museitaliani che ha l’obiettivo di avviare una possibile collaborazione con i responsabili di musei interessati ad allestire nella loro sede una sezione di opere italiane.

“Sleeping Beauty” si inserisce in questo contesto offrendo un sistema organizzato e condiviso di accesso alle informazioni sulle preziose opere d’arte e gli importanti reperti archeologici dei depositi dei musei statali.

La ricognizione sistemica condotta insieme ai direttori e curatori dei musei ha consentito di costruire una prima, solida, banca dati di opere che nel loro insieme rappresentano la complessità del patrimonio culturale italiano. La quantità e qualità dei dati raccolti permette di avviare una rapida e ragionata esplorazione, consentendo di sviluppare progetti didattici ed espositivi.

Una particolare attenzione è stata rivolta alla selezione di opere conservate nei depositi, la cui bellezza appare “indebolita” da uno stato di conservazione non ottimale. La possibilità di attivare sinergie con i partner stranieri, in uno spirito di condivisione, può tradursi anche in interventi di studio e restauro per restituire la bellezza delle opere. In tale prospettiva le risorse dei musei italiani non vengono proiettate nell’esclusiva direzione della divulgazione e della promozione, ma diventano una formidabile occasione di ricerca e restauro per studiosi e tecnici italiani e stranieri.

© AgenziaCULT - Riproduzione riservata

Back To Top