skip to Main Content

Giovedì 13 giugno dalle 16 alle 19 a Napoli appuntamento speciale alla Fondazione De Felice a Palazzo Donn’Anna per il settimo e ultimo incontro del ciclo “I MAESTRI DELLA SCUOLA DI ARCHITETTURA A NAPOLI E LA PROVA DEL TEMPO”, organizzato e promosso da FOAN – Fondazione Ordine Architetti PPC di Napoli e Provincia. Nel luogo che fu per quarant’anni il loro studio di architettura e laboratorio culturale, FOAN dedica una giornata di studio a Eirene Sbriziolo e Ezio De Felice: uniti nella professione e nella vita, sono stati due indiscussi protagonisti che hanno lasciato un segno profondo nella città e il cui insegnamento rappresenta un’eredità ancora viva, riferita non solo alla loro opera ma anche all’etica, alla passione e all’ostinazione con le quali hanno alimentato la pratica dell’architettura. A ripercorrerne i sentieri, insieme al Presidente di FOAN Vincenzo Corvino, saranno architetti, urbanisti e studiosi che li hanno conosciuti, studiati e frequentati, tra i quali anche l’Assessore all’Urbanistica e al Governo del Territorio della Regione Campania Bruno Discepolo. L’incontro sarà anche l’occasione per presentare i nuovi progetti FOAN dei prossimi mesi: eventi internazionali, mostre e pubblicazioni improntati alla promozione della cultura del progetto di architettura nella società e alla ricerca di possibilità di tutela e trasformazione della qualità della vita della città metropolitana di Napoli.

Tra i capiscuola dell’esperienza museografica italiana, architetto, esperto in restauro e docente universitario capace di segnare intere generazioni di studenti, Ezio De Felice è stato uomo eclettico e dall’acuto ingegno, dotato di grande umanità e generosità, proteso verso il nuovo, il cambiamento, la sperimentazione. I suoi interessi hanno spaziato dalla pittura alla scultura, dall’arte orafa al collezionismo, dalla musica alla poesia e all’artigianato. Eirene Sbriziolo rappresenta ancora oggi una delle personalità più affascinanti e a suo modo originali per gli anni in cui ha operato. Architetta e urbanista, intellettuale, amministratrice, parlamentare, protagonista di battaglie in difesa dell’ambiente e del territorio, la sua azione si è dispiegata sia sul piano tecnico che politico. Dopo la scomparsa del marito volle dare vita nel 2005 alla Fondazione De Felice, un luogo dedicato ad attività culturali e sociali, aperto alla città e al mondo del sapere.

© AgenziaCULT - Riproduzione riservata

Back To Top