skip to Main Content
"Se, come me, siete nati in una magnifica città storica come Roma, probabilmente siete più consapevoli dell'incredibile importanza del patrimonio culturale per la nascita di grandi architetture, per la creazione letteraria, musicale o artistica"

L’Assemblea generale di Europa Nostra, la voce europea della società civile impegnata per il patrimonio culturale e naturale, ha eletto con entusiasmo Cecilia Bartoli, stella della lirica di fama mondiale, nuova Presidente dell’organizzazione, per un mandato iniziale di 5 anni. Nata a Roma, a partire da gennaio 2023 Cecilia Bartoli sarà direttrice dell’Opera di Montecarlo, prima donna nella storia del Teatro ad assumere questo incarico. Hermann Parzinger, Presidente esecutivo di Europa Nostra, che ha presieduto la sessione odierna dell’Assemblea generale, ha espresso il sentimento di onore e gioia dei membri di Europa Nostra nei confronti della nuova Presidente dell’organizzazione. “Siamo molto grati per la disponibilità di Cecilia Bartoli a diventare la nostra nuova Presidente. Non avremmo potuto trovare una persona migliore dopo il nostro precedente Presidente, Plácido Domingo, per aiutarci a guidare Europa Nostra verso nuovi traguardi. Ammiriamo la sua voce sublime, la sua originalità e audacia artistica, la quotidiana dedizione nel coniugare l’arte con il pensiero concettuale ed immaginativo, la creatività con la ricerca scientifica, la tradizione con l’innovazione, il suo instancabile lavoro e la sua professionalità come cantante e direttrice artistica, la sua passione per l’inestimabile patrimonio culturale europeo, materiale ed immateriale, e – naturalmente – la sua personalità calorosa e carismatica. Con tutte queste qualità, Cecilia Bartoli illuminerá e fornirà guida e ispirazione all’importante e concreta attività della nostra organizzazione a beneficio di un futuro più sostenibile, più inclusivo, più bello e più pacifico per la nostra Europa”.

Cecilia Bartoli ha dichiarato: “Come cittadina europea, e avendo dedicato gran parte della mia vita al patrimonio culturale, considero un grande privilegio l’elezione come Presidente di Europa Nostra e accetto questo onore, di cui sono particolarmente fiera! Sono anche lieta di proseguire il lavoro del precedente Presidente, Plácido Domingo. Desidero sottolineare che sono in completo accordo con l’affermazione di Europa Nostra “che il patrimonio culturale è vitale per la nostra economia, la nostra società, la nostra cultura, il nostro ambiente, il nostro benessere e per il futuro dell’Europa” e che noi, in quanto cittadini europei, “dobbiamo assumerci la piena responsabilità di trasmettere questo patrimonio alle generazioni future”. Sono impaziente di iniziare il cammino futuro con Europa Nostra, la sua rete e i suoi progetti. È un’organizzazione da cui traggo ispirazione e che arricchisce il mio lavoro. Non vedo l’ora di contribuire alla realizzazione dei suoi obiettivi al servizio dell’inestimabile patrimonio europeo”.

“Se, come me, siete nati in una magnifica città storica come Roma, probabilmente siete più consapevoli dell’incredibile importanza del patrimonio culturale per la nascita di grandi architetture, per la creazione letteraria, musicale o artistica, poiché siete esposti alle sue bellezze ogni giorno, non appena uscite di casa. I magnifici paesaggi dell’Italia – le isole, le montagne e le pianure, ma anche i villaggi e le città, i temibili vulcani, le coste frastagliate e le spiagge bianche e lucenti, gli antichi vigneti, gli uliveti e i canali, le infinite sfumature di blu dei laghi e dei mari circostanti – tutto questo compone il mio inestimabile patrimonio, a cui sono molto legata, tanto quanto al nostro artigianato e al folklore, alle conquiste moderne, come la nostra squisita cucina, la moda elegante e i film leggendari. Il mio patrimonio culturale ha segnato profondamente il mio pensiero, i miei sentimenti e la mia personalità prima ancora di prenderne coscienza. Nel corso degli anni, ho avuto la fortuna di aggiungere altri ‘strati culturali’, per lo più europei, a quello originario: spagnolo, francese, svizzero, austriaco, monegasco e molti altri. Questi mi hanno fatto capire l’immenso valore del nostro patrimonio, che in Europa è profondamente diversificato ma allo stesso tempo profondamente connesso. Il patrimonio è cultura e ricordo. Senza la consapevolezza del nostro patrimonio culturale, la cultura scomparirebbe e con essa la nostra identità”, ha aggiunto Cecilia Bartoli.

Plácido Domingo, che è stato Presidente di Europa Nostra per 10 anni e che continua a sostenere Europa Nostra come Presidente Onorario, ha reagito con entusiasmo alla nomina di Cecilia Bartoli. “È una grande artista che incarna la missione e i valori di Europa Nostra. Europa Nostra continuerà a prosperare sotto la sua guida ispiratrice, creativa ed energica. Le auguro ogni successo alla guida di questa meravigliosa organizzazione di cui ho avuto il privilegio e la gioia di essere il Presidente e che rimarrà sempre vicina al mio cuore. Non vedo l’ora di congratularmi con lei di persona il 6 giugno a Salisburgo, quando ci esibiremo insieme al concerto di gala che chiude il Festival di Pentecoste di Salisburgo, di cui Cecilia Bartoli è l’acclamata Direttrice artistica”.

Anche Sneška Quaedvlieg-Mihailović, Segretaria Generale di Europa Nostra, ha reso omaggio alla nuova Presidente di Europa Nostra: “Sia io che l’intero team di Europa Nostra siamo lieti di dare il caloroso benvenuto a Cecilia Bartoli come nostra nuova Presidente. È un’iconica ambasciatrice artistica del patrimonio culturale europeo che irradia una contagiosa energia positiva e condivide generosamente la sua arte e la sua passione con le giovani generazioni. Sotto la sua entusiastica guida, amplificheremo ulteriormente la risonanza e l’impatto della voce di Europa Nostra al servizio della salvaguardia e della promozione del patrimonio culturale comune e dei valori condivisi dell’Europa.”

Back To Top