skip to Main Content

E’ sempre più stretto il dialogo tra Imprese e le Arti, quando comunicazione, creatività e innovazione si incontrano contribuendo ad affermare la Cultura come uno degli asset più rilevanti e distintivi del nostro Paese. A questo dialogo è dedicato il Premio CULTURA + IMPRESA, quest’anno alla IX edizione, il più importante osservatorio italiano sulle Sponsorizzazioni e Partnership culturali, Produzioni culturali d’Impresa e sugli investimenti delle Imprese in Art Bonus.

Il Comitato non profit CULTURA + IMPRESA, fondato nel 2013 da Federculture e The Round Table progetti di comunicazione,  ha annunciato oggi la Short list dei 23 progetti tra i quali ora ben 29 componenti della Giuria sceglieranno i vincitori dei tre Primi Premi di categoria e delle 6 Menzioni speciali.

Come ogni anno questa diventa quindi una ‘fotografia’ unica delle tendenze di questa alleanza sempre più strategica tra Imprese e Cultura. Che cosa ci rivelano i 23 progetti selezionati tra i 135 che si sono candidati presentandosi sulla piattaforma online Ideatre60 della Fondazione Italiana Accenture?  Se nella precedente edizione i Primi Premi sono andati tutti a progetti nel Centro-Sud, quest’anno la parte del leone la fanno le Regioni del Centro-Nord, prime tra tutte la Lombardia (9 progetti in Short-list) e l’EmiliaRomagna (5 progetti in Short-list).

Sintetizza Francesco Moneta, Presidente del Comitato CULTURA + IMPRESA: “In alcuni territori e contesti urbani la cultura è stata motore della ripartenza, favorendo l’attività di commercianti e artigiani; le Arti sono un linguaggio efficace con cui diffondere tematiche urgenti come le istanze ambientali o rilevanti come le eccellenze dei nostri territori e la cura e il benessere delle persone; progetti culturali di varie dimensioni, e non solo associati all’Art Bonus, hanno saputo creare ‘squadre’ e mettere in rete non più singole o poche imprese, ma veri e propri network territoriali; l’innovazione digitale e la gamification sono ormai sempre più territori di innovazione comune tra Imprese e Operatori culturali pubblici e privati; progetti culturali non occasionali sono il cuore del ri-lancio e dell’affermazione di Città,  Aziende, Fondazioni, Università; l’Arte contemporanea – cui è dedicata quest’anno per la prima volta una Menzione Speciale e che comprende arti visive, installazioni multimediali, urban arts, digital art, fotografia –  è presente in ben 6 progetti e si conferma essere un linguaggio sempre più adottato dalle Imprese; Festival diffusi, Rassegne Culturali, Eventi multidisciplinari hanno finalmente potuto riconquistare il proprio pubblico dopo un anno di fermo.”

Istituzioni e operatori culturali pubblici e privati, Aziende, Fondazioni erogative e Agenzie di comunicazione sono quindi i protagonisti di questa alleanza che verrà celebrata con il consueto Workshop di premiazione che nella prima settimana di luglio assegnerà 3 Primi Premi di Categoria e 6 Menzioni speciali:  Digital Innovation in Arts (in collaborazione con Fondazione Italiana Accenture), CCR – Corporate Cultural Responsibility (in collaborazione con il Salone della CSR e dell’Innovazione sociale), Under 35 (in collaborazione con Patrimonio Cultura), Networking in Arts,  Arte contemporanea + Impresa (in collaborazione con Artissima).

Ai vincitori delle tre categorie principali verranno consegnati i nuovi Premi d’Artista, mentre alle Menzioni Speciali saranno riservati Premi formativi, master in management e promozione culturale offerti da: Fondazione Fitzcarraldo, Università IULM, 24ORE Business School, Scuola di Fundraising Roma, Upa.

Patrocinatori e Partner attivi del Premio CULTURA + IMPRESA 2021-2022 sono: Ministero della Cultura, Comune di Milano,  ACRI, ALES, ANCI, Artissima, Assif, Assifero, Federculture, FERPI, Fondazione Italiana Accenture, Fondazione Sodalitas, GAI, Patrimonio Cultura, Prioritalia, Salone della CSR e dell’Innovazione Sociale, UNA. Media partner: AgCult, Artribune, Exibart e Il Giornale dell’Arte.

Back To Top