skip to Main Content
I principali obiettivi del programma sono: preservare, sviluppare e promuovere la diversità e il patrimonio culturale e linguistico europeo; aumentare la competitività e il potenziale economico dei settori culturali e creativi, in particolare il settore audiovisivo. Le nuove caratteristiche del programma contribuiranno alla rinascita di questi settori rafforzando i loro sforzi per diventare più inclusivi, digitali e sostenibili dal punto di vista ambientale

Il Desk Italia di Europa Creativa, coordinato per il settennio 2021-2027 dalla Direzione Generale Creatività Contemporanea del Ministero della Cultura, in partenariato con Cinecittà S.p.A. per quanto attiene al sottoprogramma Media, è parte del network europeo dei Creative Europe Desks, che promuovono il Programma Europa Creativa in ogni Paese partecipante e che forniscono assistenza tecnica gratuita ai potenziali beneficiari dei bandi finanziati dalla Commissione Europea, recependo le loro esigenze e accompagnandoli, passo dopo passo, nella comprensione dei dettagli tecnici e amministrativi dei bandi stessi.

Europa Creativa è il Programma Quadro della Commissione Europea dedicato ai settori culturali e creativi. Nello specifico supporta: iniziative del settore culturale, come la cooperazione transfrontaliera, piattaforme, networking e traduzioni letterarie; sviluppo, promozione, distribuzione di opere creative di respiro internazionale e iniziative di networking e di formazione per i professionisti dell’industria audiovisiva.

I settori culturali e creativi rappresentano un patrimonio immensamente ricco e diversificato dell’Europa, contribuiscono all’evoluzione delle nostre società, svolgono un ruolo importante nell’economia europea e contribuiscono a generare crescita e occupazione. Il Programma Europa Creativa 2021-2027 ha un budget di 2,44 miliardi di euro, ben maggiore rispetto ai 1,47 miliardi di euro del programma precedente (2014-2020). Investe in azioni che rafforzano la diversità culturale e rispondono ai bisogni e alle sfide dei settori culturali e creativi.

I principali obiettivi del programma sono: preservare, sviluppare e promuovere la diversità e il patrimonio culturale e linguistico europeo; aumentare la competitività e il potenziale economico dei settori culturali e creativi, in particolare il settore audiovisivo. Le nuove caratteristiche del programma contribuiranno alla rinascita di questi settori rafforzando i loro sforzi per diventare più inclusivi, digitali e sostenibili dal punto di vista ambientale.

Il Programma Europa Creativa è formato dal sottoprogramma Cultura e dal sottoprogramma Media, a cui si aggiunge un sottoprogramma Cross-Settoriale che ha l’obiettivo di rinforzare la collaborazione tra i differenti settori culturali e creativi. Come per gli altri desk nazionali, il Desk Italia è formato da Uffici Cultura e Uffici Media. In Italia l’Ufficio Cultura è gestito dalla Direzione Generale Creatività Contemporanea del Ministero della Cultura con sede in Roma e gli Uffici Media hanno sede a Roma, Torino e Bari e sono gestiti da Cinecittà S.p.A.

L’Ufficio Cultura segue e offre assistenza tecnica per i bandi del proprio sottoprogramma e sulla parte di competenza per quelli cross-settoriali. Promuove, anche congiuntamente con gli Uffici Media, il programma Europa Creativa in Italia, organizzando giornate informative in varie sedi e partecipando a manifestazioni, fiere, eventi con propri stand.

Bandi aperti per sottoprogramma Cultura:

Bandi Cross-Settoriali aperti:

  • Innovation Lab (scadenza 20 aprile 2023)
  • NEWS – Media Literacy (scadenza 30 marzo 2023)
  • NEWS: Journalism partnerships (in Collaborations e Pluralism scadenza 27 aprile 2023)

Ogni anno in Italia sono tante le organizzazioni che partecipano i bandi Cultura e Media del Programma Europa Creativa.

I DATI 2021

Solo qualche dato per l’anno 2021: 21 progetti selezionati, coordinati da organizzazioni italiane; 70 realtà italiane, sia coordinatori sia partner, che hanno ricevuto un co-finanziamento europeo, nell’ambito del bando per i progetti di cooperazione europea;  2 progetti italiani selezionati per il bando Circolazione delle opere letterarie europee;  1 Piattaforma e 1 Network coordinati da italiani, tra le imprese che per la prima volta hanno presentato domande per i bandi dedicati a Piattaforme e Network; 4 progetti approvati, di cui 2 italiani, per il bando dedicato alle orchestre Paneuropean Cultural Entities, che ha avuto un grande successo. Per un totale complessivo di circa 11 milioni di euro di co-finanziamento europeo.

Nel 2022 i progetti sono nella fase di finalizzazione dell’Accordo di finanziamento, ma possiamo anticipare un primo dato: oltre 95 organizzazioni italiane, tra coordinatori e partner, riceveranno un co-finanziamento europeo; di queste, 31 come coordinatori di progetti finanziati nell’ambito del bando per i progetti di Cooperazione europea.

Ufficio Cultura – Desk Italia Europa Creativa

Sito web: https://www.europacreativacultura.beniculturali.it/#

Back To Top