skip to Main Content
Il presidente dell’Associazione: “Abbiamo proposto di redigere e sottoscrivere una sorta di Statuto dei diritti dei lavoratori della Cultura”

“Mettere in discussione la vita culturale del Paese significa minare alla radice il suo fattor comune, non possiamo né dobbiamo permetterlo. Occorre pertanto anche un intervento “choc”, un’azione che sappia far “saltare” il paradigma del consumo e della partecipazione culturale così come lo conosciamo. Una iniziativa che abbia la forz...

Per visualizzare l’articolo integrale bisogna essere abbonati.

Per sottoscrivere un abbonamento contatta gli uffici commerciali all’indirizzo marketing@agenziacult.it.

Se invece vuoi ricevere settimanalmente una selezione delle notizie pubblicate da Agenzia CULT registrati alla Newsletter settimanale gratuita.

Password dimenticata?

Non hai un account? Scrivici per informazioni sui nostri abbonamenti o registrati alla newsletter gratuita settimanale.

Back To Top