skip to Main Content
"Dal punto di vista territoriale - spiega l'Istat - si osserva una maggiore concentrazione di imprese culturali e creative nelle regioni del Centro-Nord rispetto al Mezzogiorno, il quale, tuttavia, risulta più vitale nella creazione di nuove imprese"

“Nel 2021 il settore culturale e creativo era costituito da 365.496 unità locali (7,4 per cento del totale), impiegava 878.250 addetti (pari al 5 per cento del totale degli addetti delle imprese italiane) ed era capace di generare 37,8 miliardi di euro di valore aggiunto, corrispondente al 4,1 per cento dell’intera attività economica del ...

Per visualizzare l’articolo integrale bisogna essere abbonati.

Per sottoscrivere un abbonamento contatta gli uffici commerciali all’indirizzo marketing@agenziacult.it.

Se invece vuoi ricevere settimanalmente una selezione delle notizie pubblicate da AgenziaCULT registrati alla Newsletter settimanale gratuita.

Password dimenticata?

Non hai un account? Scrivici per informazioni sui nostri abbonamenti o registrati alla newsletter gratuita settimanale.

© AgenziaCULT - Riproduzione riservata

Back To Top