skip to Main Content
La Commissione dovrà ultimare le attività entro il 31 maggio. Entro giugno dovrà essere emanato il decreto da parte del MiC per l'assegnazione delle risorse ai vincitori.

Nominata la Commissione per la selezione delle Proposte di intervento per la rigenerazione culturale e sociale dei piccoli borghi storici da finanziare nell’ambito del Pnrr da parte del Ministero della Cultura. La commissione è chiamata a giudicare le proposte della Linea B dell’Avviso pubblico del 20 dicembre 2021 inviate attraverso la piattaforma messa a disposizione da Cassa Depositi e Prestiti (Cdp), partner tecnico del MiC per questa iniziativa. Per la “Rigenerazione di piccoli siti culturali, patrimonio culturale, religioso e rurale” – in tutto saranno almeno 229 – sono stati messi a disposizione 380 milioni di euro su un totale di oltre un miliardo destinato dal Pnrr all’Investimento “Attrattività dei borghi” nell’ambito della Componente della Missione 1 ‘Cultura e turismo’.

Il resto delle risorse è stato assegnato alle Regioni (Linea A) che hanno individuato 21 borghi a cui assegnare 20 milioni di euro ciascuno e 200 milioni (oggetto di un bando separato) quale regime d’aiuto a favore delle micro, piccole e medie imprese, profit e non profit. Il 40% delle risorse complessive sarà destinato alle 8 regioni del Mezzogiorno e gli interventi dovranno essere portati a termine entro giugno 2026.

La Commissione nominata ora dovrà ultimare le attività entro il 31 maggio al fine di rispettare la milestone M1C3-12, che prevede che entro il mese di giugno 2022 sia emanato il decreto del Ministero della Cultura di assegnazione delle risorse ai vincitori.

LA COMMISSIONE

La Commissione è composta da Giampiero Marchesi, in rappresentanza del Ministero della Cultura con funzioni di Presidente, Rosaria Mencarelli, in rappresentanza del Ministero della Cultura, Rita Marchiori, in rappresentanza della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, Vincenzo Santoro, in rappresentanza dell’ANCI e Flaminia Santarelli, in rappresentanza del Comitato coordinamento Borghi.

I DESTINATARI DELLE RISORSE

Destinatari dell’Avviso del dicembre 2021 che saranno valutati dalla commissione sono i piccoli comuni singoli o aggregati con popolazione residente fino a 5000 abitanti nei quali sia presente un borgo storico chiaramente identificabile e riconoscibile (o, nel caso di comuni dimensionalmente molto piccoli, si configurino essi stessi come un borgo storico).

Le aggregazioni di comuni possono riguardare comuni limitrofi o comuni ricadenti nella medesima regione che condividono medesimi tematismi. Nel caso di aggregazioni di più comuni fino ad un massimo di tre, in ogni comune dovrà essere presente un borgo storico. Nel caso di Comuni in forma aggregata la candidatura deve essere presentata dal Comune che assume il ruolo di proponente e capofila.

SEGRETERIA TECNICA

Con lo stesso decreto è stata nominata anche la Segreteria tecnica di cui fanno parte: Mariateresa Di Dedda; Fabio Palombi; Valentina Di Lonardo; Azzurra Francazi; Gabriella Silvestre; Elena Licheri; Ilaria Serpente; Maria Luisa Troiano; Marco Patassini; Davide Previtera; Tommaso Savi; Alessandro Iazeolla; Giulia Montani; Giovanni Battista Bertini.

La Segreteria opera ordinariamente fino al completo espletamento della procedura, fatto salvo il supporto al Responsabile del procedimento in caso di eventuali successive istanze di accesso ai documenti amministrativi.

Back To Top