skip to Main Content
Il commento del ministro della Cultura: "Situazione inaccettabile prodotta nell’ultimo decennio. Molto altro dovrà essere fatto. L’impegno sarà massimo"
Ministero Cultura

Il Ministero della Cultura ha immesso nei ruoli del dicastero 113 lavoratori, collocati in posizione d’idoneità nella graduatoria generale di merito del concorso pubblico, per titoli ed esami, indetto per la copertura di 2133 posti, elevati a 2736, di personale non dirigenziale a tempo pieno e indeterminato (Area III, posizione retributiva/fascia retributiva F1, profilo funzionario amministrativo), pubblicato nella Gazzetta ufficiale della Repubblica italiana – 4^ serie speciale Concorsi ed esami – n. 50 del 30 giugno 2020 (e successiva modifica intervenuta con provvedimento pubblicato nella Gazzetta ufficiale della Repubblica italiana – 4^ serie speciale Concorsi ed esami – n.60 del 30 luglio 2021). “Dopo il concorso per 518 funzionari a tempo indeterminato, queste assunzioni sono un’ulteriore risposta alla carenza di organici e alla precarietà del lavoro nel settore della cultura, una situazione inaccettabile prodotta nell’ultimo decennio. Molto altro dovrà essere fatto. L’impegno sarà massimo”, dichiara il Ministro Gennaro Sangiuliano.

Back To Top