skip to Main Content
Inaugurata l'edizione 2022 di Ro.Me. Museum Exhibition in corso fino al 18 presso la Biblioteca Nazionale Centrale di Roma
Borgonzoni

“È fondamentale rilanciare i musei e il settore culturale per rilanciare tutto il paese. Incontri come Rome Museum Exhibition permettono al ministero della Cultura di raccogliere dati e informazioni per calibrare tutti gli interventi che faremo in futuro a sostegno del settore”. Lo ha detto il sottosegretario alla Cultura, Lucia Borgonzoni, inaugurando l’edizione 2022 di Ro.Me. Museum Exhibition in corso fino al 18 presso la Biblioteca Nazionale Centrale di Roma.

Questo appuntamento, ha aggiunto Borgonzoni, “è importante perché dopo la pandemia si sono presentate una serie di sfide e i musei le hanno affrontate dettando la linea anche alle altre istituzioni riuscendo a spostare la fruizione anche sull’online e attraverso le nuove tecnologie”.

In particolare, “gli operatori e i musei durante la pandemia si sono trovati davanti a nuove sfide che hanno saputo però governare bene attraverso le nuove tecnologie con tempistiche anche veloci e non scontate. Il ministero sta investendo sulla digitalizzazione, ha investito fondi con con Pnrr, fondamentale per tutelare anche il patrimonio e studiarlo meglio. Ci sono investimenti fatti ad esempio sulla fruizione, ovvero l’abbattimento di barriere sia fisiche sia cognitive. Come ministero – ha proseguito – abbiamo bisogno di incontri come queste giornate perché noi abbiamo i fondi, ne dobbiamo chiedere sempre di più, ma poi dobbiamo calarli nella realtà e per farlo abbiamo bisogno degli operatori per sentire le esigenze fondamentali per la reale ricaduta sui territori. Gli Nft, il metaverso, sono un grandissimo strumento per i nostri musei che andrà normato, regolamentato perché a oggi non lo è“.

Back To Top