skip to Main Content
Domenica 2 giugno l’affluenza registrata è stata di 286.054 persone. Il 3 luglio presentati i risultati conseguiti dai musei statali nel 2023: 1) Parco Archeologico del Colosseo 12.298.246 (+25,34%); 2) Pantheon (il dato include l’ingresso libero del primo semestre 2023) 5.196.106 (+5,47%); 3) Gallerie degli Uffizi 5.138.588 (+26,37%)

Il 7 luglio si rinnova l’appuntamento con #domenicalmuseo, l’iniziativa del ministero della Cultura che consente l’ingresso gratuito, ogni prima domenica del mese, nei musei e nei parchi archeologici statali. Le visite si svolgeranno nei consueti orari di apertura, con accesso su prenotazione dove previsto. Nell’ultima domenica, lo scorso 2 giugno, l’affluenza registrata è stata di 286.054 persone.

I NUMERI DEI MUSEI STATALI NEL 2023

Lo scorso 3 luglio sono stati presentati i risultati conseguiti dai musei statali nel 2023. Si è evidenziato, in particolare, come il numero assoluto di visitatori abbia raggiunto nel 2023 il record di 57.730.502 visitatori, mai registrato nelle serie storiche. Il confronto con il 2022 indica un aumento di 10,7 milioni di visitatori, pari a un incremento di quasi il 23%. Se il confronto viene effettuato con l’anno 2018, che rappresenta, con i suoi 55,3 milioni di visitatori il picco di epoca prepandemica, si nota una variazione positiva di 2,4 milioni di visitatori, pari a un incremento percentuale di oltre il 4%. Il 2023 rappresenta un record anche per gli incassi che raggiungono la cifra 313,9 milioni di euro, con un incremento di quasi il 34% rispetto al 2022 (+79,3 milioni di euro). Il dato appare ancora più significativo se paragonato al periodo prepandemico e in particolare al 2019, picco massimo della serie storica per gli incassi, con un incremento di quasi il 30% (+71,5 milioni di euro).

I TOP 25

Questi i musei più visitati nel 2023, tutti in crescita rispetto al 2022. I dati, presentati dal ministro della Cultura, Gennaro Sangiuliano e dal direttore generale Musei, Massimo Osanna, sono stati raccolti ed elaborati dall’Ufficio di statistica della Direzione generale Bilancio del MiC, in collaborazione con la Direzione generale Musei.1) Parco Archeologico del Colosseo 12.298.246 (+25,34%); 2) Pantheon (il dato include l’ingresso libero del primo semestre 2023) 5.196.106 (+5,47%); 3) Gallerie degli Uffizi 5.138.588 (+26,37%); 4) Parco Archeologico di Pompei 4.087.164 (+33,64%); 5) Galleria dell’Accademia di Firenze 2.013.914 (+40,99%); 6) Castel Sant’Angelo 1.321.834 (+36,75%); 7) Museo Egizio di Torino 1.061.157 (+16,74%); 8) Reggia di Caserta 934.029 (+33,59%); 9) Villa Adriana e Villa d’Este 748.656 (+37,74%); 10) Vittoriano e Palazzo Venezia (il dato non include gli ingressi al percorso e visita libera del Vittoriano) 639.744 (+36,41%); 11) Musei Reali di Torino 626.321 (+36,83%).

L’APP E LA PIATTAFORMA MUSEI ITALIANI

Promossa dal Ministero della Cultura, l’app Musei italiani è stata sviluppata dalla Direzione generale Musei grazie ai fondi del PNRR dedicati al miglioramento dell’accessibilità fisica, cognitiva e senso-percettiva del patrimonio culturale nazionale, nell’ambito del “Progetto Ad Arte, piattaforma nazionale dei servizi per l’accessibilità nei luoghi della cultura”. I risultati raggiunti nel primo anno di vita sono stati presentati contestualmente ai dati sui musei. Dotata di un’identità visiva ben riconoscibile grazie al logo Musei italiani e allo sfondo blu che richiama il colore istituzionale del Ministero della Cultura, l’app, disponibile gratuitamente nei principali store, è stata rilasciata un anno fa, insieme alla piattaforma web ad essa collegata, in concomitanza con l’avvio della bigliettazione del Pantheon.Nel corso dei mesi, il sistema si è arricchito di un numero sempre maggiore di musei. Gli oltre 400 istituti statali ad oggi presenti in app e piattaforma offrono un servizio agile e intuitivo, con percorsi di conoscenza e scoperta del patrimonio culturale della Nazione, il vantaggio di informazioni sempre aggiornate e ufficiali e la possibilità di acquisto online dei biglietti di ingresso.

© AgenziaCULT - Riproduzione riservata

Back To Top