skip to Main Content
"L'immensa creatività e ingegnosità ci ha resi famosi e apprezzati in tutto il mondo", ha detto il presidente nel suo primo discorso dallo scranno più alto dell'Aula
Lorenzo Fontana (foto dalla sua pagina Facebook)

Lorenzo Fontana è il nuovo presidente della Camera. L’esponente della Lega è stato eletto al quarto scrutinio con 222 voti (era richiesta la maggioranza assoluta dei deputati, computando anche le schede bianche e le nulle, ovvero 201 voti). A Maria Cecilia Guerra sono andati 77 voti, 52 a Federico Cafiero de Raho, a Matteo Richetti 22. I voti dispersi sono stati 2, le schede bianche 6 e 11 le schede nulle. Nel suo primo discorso in Aula da presidente, Fontana ha sottolineato: “Abbiamo il dovere di offrire agli italiani la realtà di un futuro possibile, l’orgoglio di un Paese che è tra le sette maggiori economie del mondo, fondatore dell’Unione europea, creatore di bellezza e di gusto, con il patrimonio artistico più invidiato al mondo. Gli italiani hanno saputo rialzarsi dalla distruzione e dalle rovine della seconda guerra mondiale e costruire uno spazio di democrazia e libertà, di benessere economico grazie anche alla loro immensa creatività e ingegnosità che ci ha resi famosi e apprezzati in tutto il mondo. Serve recuperare un po’ di orgoglio di quello che siamo”.

Back To Top