skip to Main Content

Tre giorni, dal 4 al 6 marzo. 10mila metri quadrati di spazio al Superstudio Maxi di Milano, l’ex fabbrica siderurgica a pochi metri dalla fermata MM2 di Famagosta, il più grande open space totalmente sostenibile della città. 200 sigle editoriali: dalle case editrici già stabili e radicate sul mercato, all’intero panorama indipendente, perché Book Pride individua e seleziona le case editrici capaci di innovare e fare ricerca. 469 autori e ospiti coinvolti. 204 presentazioni, incontri, eventi per mostrare la pluralità di voci e di sguardi dell’editoria indipendente. Un tema, “Moltitudini”, analizzato da quattro diversi punti di vista: Dediche; Vivere tutto, da tutti i lati; Prossimità; Alleanze. Oltre 11.800 ingressi, secondo la proiezione dei dati delle ore 16.30, con un pubblico molto diversificato e una forte prevalenza di under 30.

“Il pubblico milanese – conferma Isabella Ferretti, presidente di Book Pride – ha mostrato tutto il suo affetto per la vitalità creativa dell’editoria indipendente al Superstudio Maxi. In tempi che continuano a essere instabili, le pagine dei libri offrono prospettive trasversali e l’energia degli scrittori e scrittrici – che donano tempo e riflessioni – infonde fiducia nel futuro. È con questa fiducia che Book Pride accoglie i suoi lettori e conferma la sua presenza nella città di Milano”. Anche per Tommaso Sacchi, assessore alla Cultura del Comune di Milano “questa edizione segna il ritorno in presenza dopo un’assenza non facile. Mi riempie di gioia tornare a Superstudio Maxi in questa nuova edizione di Book Pride e vedere un’enorme partecipazione di piccoli, grandi e medi editori, in quanto segno di una grande curiosità intorno al mondo dell’editoria. A proposito del tema di quest’anno: Milano è sempre stata plurale, aperta, una città che ha declinato la sua vita contemporanea sulle moltitudini”. Aggiunge Marco Zapparoli, presidente Adei “la capacità progettuale, la varietà di proposte, l’impegno – anche etico-politico – rappresentato dall’editoria indipendente italiana, non ha eguali in Europa. Book Pride ne è vetrina ideale ed è un luogo unico di incontro dove si ritrova un pubblico consapevole ed entusiasta”.

Tra gli incontri più seguiti, da sold out, programmati dalla nuova squadra editoriale formata da Federica Antonacci, Anastasia Martino, Federica Principi, Raffaele Riba, Alice Spano: per “Dediche” l’omaggio a bell hooks di cinque scrittrici – Giusi Marchetta, Djarah Kan, Caterina Serra, Nadeesha Uyangoda, Ana Maria Pedroso Guerrero – che hanno raccontato l’influenza dell’attivista statunitense, figura di spicco del femminismo e del pensiero radicale afroamericano, nelle loro vite. E il ritratto di Pier Paolo Pasolini di Davide Toffolo, uno degli artisti più anticonformisti del panorama italiano. Per “Vivere tutto, da tutti i lati” l’appuntamento con Nadeesha Uyangoda, la donna italiana nera di 28 anni, come si definisce, autrice di “L’unica persona nera nella stanza”. Per “Alleanze” il confronto sul tema “Il cambiamento climatico, disuguaglianze e lotte”, con Fabio Deotto, Ferdinando Cotugno e Martina Comparelli, attivista dei Fridays for Future che ha lanciato il prossimo sciopero globale per il clima del 25 marzo. Per “Le parole delle canzoni”, il progetto attraverso il quale Treccani si propone di raccontare l’evoluzione della lingua italiana attraverso i testi delle canzoni di oggi, l’incontro con il cantautorap Dargen D’Amico. E poi, ancora, la presentazione de “L’evento” di Annie Ernaux, l’audiolibro targato Emons in coedizione con l’Orma, a cura di Lorenzo Flabbi e Laura Pezzino, con le letture di Sonia Bermagasco; “Il corpo in cui sono nata” di Guadalupe Nettel, con Laura Pezzino e Maura Tamborini; “LIBeRI” – nell’ambito del ciclo di incontri “L’arte di moltiplicare i libri”, in collaborazione con il Comune di Milano e l’Area Biblioteche della città – un viaggio, guidata da Teresa Ciabatti, fatto di tag, foto, commenti, like e pareri; “Cose, spiegate bene. Questioni di un certo genere” con Arianna Cavallo, Sarah Mazzetti, Gianmarco Negri, Sofia Viscardi, Lorenzo Luporini.

Il prossimo appuntamento di Book Pride sarà a Genova, Palazzo Ducale, dal 30 settembre al 2 ottobre 2022. A Milano Book Pride ritornerà nella sede di Superstudio Maxi nel marzo 2023. Book Pride, manifestazione organizzata in collaborazione con l’Area Biblioteche del Comune di Milano, è promossa da ADEI.

© AgenziaCULT - Riproduzione riservata

Back To Top