skip to Main Content

Anche quest’anno la Soprintendenza per l’Aquila e Cratere aderisce alle Giornate europee del Patrimonio, in programma per l’ultimo fine settimana del mese, sabato 26 e domenica 27 settembre, aprendo al pubblico le aree archeologiche del Teatro e dell’Anfiteatro di Amiternum. Una splendida occasione per poter godere di due luoghi simbolo dell’archeologia aquilana che recenti difficoltà avevano obbligato a chiudere. Di seguito, l’orario delle aperture: sabato 26 e domenica 27 settembre dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18. L’Area archeologica di Amiternum – antica città sabino-romana sviluppatasi lungo la via Cecilia a partire dalla metà del III sec. a.C. – comprende due importanti contesti: Il complesso del maestoso Anfiteatro (I sec. d.C.) con l’adiacente domus a peristilio, e il sito del Teatro (I sec.a.C.). L’Anfiteatro poteva contenere fino a 6000 spettatori (se ne conservano 48 arcate su due piani, a delimitarne il perimetro, nei pressi della adiacente grande domus a peristilio), mentre il grande Teatro ne poteva ospitare circa 2000 (visibili attualmente la parte inferiore della cavea, l'orchestra e la scena). I visitatori potranno inoltre apprezzare alcuni dei rilievi architettonici provenienti dal territorio e da Amiternum stessa esposti nell'area archeologica del teatro.

© AgenziaCULT - Riproduzione riservata

Back To Top