skip to Main Content

Appuntamento con la grande attualità al MAXXI, mercoledì 14 settembre alle ore 19, con “La Russia contemporanea”, un ricco dibattito tra alcuni dei più autorevoli giornalisti e autori di importanti libri sul tema. In qualità di polo culturale dedicato al XXI secolo, il MAXXI guarda infatti con attenzione ai temi della contemporaneità e alle emergenze culturali, sociali e politiche del nostro tempo. Tra questi, la questione Russia-Ucraina rappresenta un’occasione importante per riflettere sulla storia di un Paese, quello russo, che è ancora poco conosciuto nelle sue dinamiche interne, ma che è un attore primario nello scenario geopolitico di oggi.

Moderati Giovanna Melandri, Presidente Fondazione MAXXI, Mara Morini, autrice de La Russia di Putin (Il Mulino), Orietta Moscatelli, autrice del volume P. Putin e putinismo in guerra (Salerno Editrice) e la cartografa, artista e geopoeta Laura Canali, con il contributo video di Nello Scavo, autore di Kiev (Garzanti), si confronteranno per approfondire la figura di Vladimir Putin, del suo regime e del suo progetto politico. Si analizzeranno le eredità politiche, culturali e istituzionali del passato che ancora plasmano la società russa, anche per comprendere le ragioni dell’invasione dell’Ucraina, un azzardo bellico destinato a generare ulteriori conflitti. Una guerra che viene da lontano e che porterà il Cremlino distante dall’Europa, con la quale il leader di Mosca ha lanciato una sfida all’ordine mondiale a guida americana, gettando il mondo in un lungo e duraturo scontro per la riorganizzazione degli assetti globali. Ma dove sta andando il mondo? Per comprenderlo, si cercherà di decifrare la psicologia del potere moscovita, il sistema che ne blinda l’azione con automatismi autoritari e l’ideologia che ne promuove i valori: il putinismo.

Back To Top