skip to Main Content
Eletto presidente Roberto Marti. Giulia Cosenza (Fdi) e Giusy Versace (Azione-Iv) le vicepresidenti

Primo giorno di vita per la 7a commissione del Senato con la novità, dovuta alla riforma del Regolamento di Palazzo Madama, del cambio di nome. La “Cultura e patrimonio culturale, istruzione pubblica, ricerca scientifica, spettacolo e sport” (questa l’esatta denominazione della commissione) ha eletto il suo ufficio di presidenza. A guidare la 7a sarà Roberto Marti (Lega) che ha raccolto 12 voti, mentre due donne faranno le vicepresidenti: Giulia Cosenza (Fdi) e Giusy Versace (Azione-Iv). Segretari sono stati eletti Mario Occhiuto (FI) e Andrea Crisanti (Pd). Nove gruppi politici, due senatrici a vita, tre riconferme e ventidue membri complessivi: questi i numeri della nuova commissione Cultura. Il partito politico più rappresentato è Fdi con 6 senatori, seguito dal Pd con 4. Tra i nomi spiccano quelli delle senatrici a vita Elena Cattaneo e Liliana Segre, di Antonio Guidi, già ministro per la Famiglia e la solidarietà sociale nel primo governo Berlusconi, del capogruppo della Lega, Massimiliano Romeo e del microbiologo Andrea Crisanti. Della commissione Cultura della scorsa legislatura restano solamente Antonio Iannone, Francesco Verducci e Liliana Segre. In 7a non ci sarà Dario Franceschini: l’ex titolare del MiC, infatti, farà parte della commissione Politiche dell’Unione europea.

Questi tutti i componenti della Commissione Cultura

FDI: Carmela Bucalo, Giulia Cosenza, Antonio Iannone, Paolo Marcheschi (capogruppo), Filippo Melchiorre, Raffaele Speranzon

LEGA: Roberto Marti, Andrea Paganella (capogruppo), Massimiliano Romeo

FORZA ITALIA: Mario Occhiuto, Roberto Rosso (capogruppo)

CIVICI D’ITALIA: Antonio Guidi

AUTONOMIE: Elena Cattaneo

MISTO: Liliana Segre

AZIONE-IV: Giusy Versace

PD: Andrea Crisanti, Cecilia D’Elia (capogruppo), Vincenza Rando, Francesco Verducci

M5S: Vincenza Aloisio, Francesco Castiello, Luca Pirondini (capogruppo)

Back To Top