skip to Main Content
Il voto in Senato rappresenta, secondo gli attivisti pro-clima, "il vuoto pneumatico di una classe politica che si affanna grottescamente a soffocare il grido di allarme dei propri concittadini, piuttosto che prodigarsi per porre un argine al surriscaldamento globale, eliminando miliardi di euro in sussidi pubblici ai combustibili fossili e riducendone al minimo l’uso, così come viene richiesto dalle più alte istituzioni mondiali"

“Il Governo rincorre grottescamente il dissenso piuttosto che tutelare il futuro dei propri concittadini”. Gli attivisti di ultima Generazione commentano così l’approvazione al Senato del disegno di legge governativo (proposto dal ministro Sangiuliano) che introduce “Disposizioni sanzionatorie in materia di deturpamento e i...

Per visualizzare l’articolo integrale bisogna essere abbonati.

Per sottoscrivere un abbonamento contatta gli uffici commerciali all’indirizzo marketing@agenziacult.it.

Se invece vuoi ricevere settimanalmente una selezione delle notizie pubblicate da AgenziaCULT registrati alla Newsletter settimanale gratuita.

Password dimenticata?

Non hai un account? Scrivici per informazioni sui nostri abbonamenti o registrati alla newsletter gratuita settimanale.

© AgenziaCULT - Riproduzione riservata

Back To Top