skip to Main Content

“Se da una parte esiste una carenza di spazi degli archivi di Stato che impedisce l’acquisizione dei versamenti, dall’altra c’è il problema delle amministrazioni che spesso non danno la giusta attenzione all’obbligo dei versamenti o agli obblighi conservativi rispetto ai loro archivi. E’ necessario che ministeri ed enti pubblici che producono documenti siano più attenti alla gestione degli archivi”. Lo ha detto il direttore dell’Istituto centrale per gli Archivi, Elisabetta Reale, nel corso dell’audizione in commissione Cultura del Senato sull’affare assegnato riguardante il rilancio del comparto archivistico. “Gli archivi non svolgono solo una funzione culturale, ma hanno anche una valenza amministrativa tanto che hanno svolto un ruolo importante nel processo di riforma della Pubblica amministrazione – ha sottolineato Reale -. Serve una maggiore cura da parte degli uffici che producono documenti, in modo che il vantaggio arrivi anche agli uffici che li ricevono e quindi di conseguenza agli utenti”.

© AgenziaCULT - Riproduzione riservata

Back To Top