skip to Main Content

“Per difenderci dal Covid serve anche contrastare le fake news. Ogni giorno purtroppo gli italiani sono vittime di disinformazione, sia a livello sanitario che politico. Per questo è urgente approvare la legge Open Access, oggi ferma al Senato”. A sostenerlo è Luigi Gallo, deputato del MoVimento 5 Stelle in commissione Bilancio, primo firmatario del provvedimento che ha già avuto il via libera da Montecitorio. “L’idea è quella di far circolare informazioni oggettive e scientificamente dimostrate anche sul coronavirus. Parliamo quindi di una politica di apertura dei contenuti pubblicati legati al tema, compresi quelli in precedenza accessibili solamente su sottoscrizione. Per riuscirci – prosegue il deputato pentastellato – bisogna abbattere le barriere di alcuni editori che si arroccano invece di spingere l’acceleratore sull’innovazione, l’evoluzione e il coraggio di diventare fornitori di nuovi servizi e beni a tutti i cittadini. La legge, tra le altre cose, consentirebbe al ministero dell’Università e Ricerca di investire risorse nella costituzione del primo motore di ricerca pubblico capace di reperire nel mondo le ricerche scientifiche su un tema specifico. Si potrà scegliere una semplice parola chiave come ad esempio ‘Covid-19’ per accedere a tutte le ricerche scientifiche pubblicate. Questa struttura rappresenterebbe, inoltre, il primo strumento scientifico contro le fake news, favorendo tra l’altro la consultazione diretta delle fonti primarie”, conclude Gallo.

© AgenziaCULT - Riproduzione riservata

Back To Top