skip to Main Content

Tre minuti per conoscere l’immenso patrimonio culturale e paesaggistico della Sardegna: le aree archeologiche circondate dal mare, i  tesori delle pinacoteche e dei musei, tra dipinti, gioielli, tessuti, ceramiche, sculture, arredi e costumi tradizionali, fino alle vedute dell’isola di Caprera al Memoriale e al Compendio di Garibaldi.

La Direzione regionale musei aderisce così, con un video promozionale dei siti e dei musei sardi, alla campagna La cultura non si ferma, promossa dal Ministero per i beni e le attività culturali e del turismo, con lo scopo di aggregare e far crescere l’offerta del patrimonio culturale fruibile da casa. Nel filmato, pubblicato sul canale You Tube del Ministero con l’hashtag #iorestoacasa, si susseguono, tra le altre, le aree archeologiche di Nora, Nuraxi, Tharros, l’altare prenuragico di Monte D’Accoddì, l’Antiquarium di Turris Libisonis, la Basilica di S. Saturnino; e, ancora, le collezioni dei musei archeologici nazionali di Cagliari, Nuoro e Sassari; lo spazio museale di San Pancrazio, le pinacoteche nazionali del capoluogo di regione e dell’ex Collegio Gesuitico del Canopoleno, dove,  nella prima sono custoditi dipinti di artisti sardi dal Cinquecento al Novecento, opere di scuola genovese, napoletana e romana e una raccolta di retablo del '400 e '500, nella seconda, i dipinti di artisti italiani e europei dal Medioevo alla metà del Novecento e una ricca sezione di grafica.

In questo periodo in cui musei, parchi archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema sono chiusi a causa dell’emergenza coronavirus, il Mibact, attraverso un impegno corale di tutti i propri istituti,  mostra così non solo ciò che è abitualmente accessibile al pubblico, ma anche il ‘backstage’ dei beni culturali con le numerose professionalità che si occupano di conservazione, tutela, valorizzazione.

Attraverso il sito e i propri profili social facebook, instagram e twitter il Ministero rilancia le numerose iniziative delle istituzioni pubbliche e private che hanno inviato i contributi video  in occasione della maratona solidale “L’Italia chiamò”. Funge data base complessivo di tutte le attività la pagina La cultura non si ferma del sito, in continuo aggiornamento, dove sono presenti altre iniziative dei luoghi della cultura sardi.

 

 

© AgenziaCULT - Riproduzione riservata

Back To Top