skip to Main Content
Tra gli ospiti della giornata: Paolo Benanti, Francesca Bria, Silvia Costa, Michelangelo Pistoletto, Antonella Polimeni, Anna Ramos, Luca Ribichini, Benedetta Tagliabue, Ersilia Vaudo
Roma, Museo del MAXXI 09 06 2022 THE NEW EUROPEAN BAUHAUS IN ITALY ©Musacchio, Ianniello, Pasqualini & Fucilla ******* NB la presente foto puo' essere utilizzata esclusivamente per l'avvenimento in oggetto o per pubblicazioni riguardanti il Museo del MAXXI *******

Ursula von der Leyen, Presidente della Commissione Europea, ha scelto il MAXXI Museo nazionale delle arti del XXI secolo per l’apertura ufficiale della prima edizione del Festival Internazionale New European Bauhaus (NEB). Nella lobby del museo, la Presidente ha dialogato con Diébédo Francis Kéré, pioniere dell’architettura sostenibile e vincitore del Pritzker Prize 2022. Il Festival NEB, lanciato dalla Presidente von der Leyen che ha chiamato a raccolta i creativi di tutta l’Unione – architetti, artisti, designer, scienziati, imprenditori e cittadini -, ha l’obiettivo di costruire insieme un futuro sostenibile, inclusivo e bello. NEB trae ispirazione da quella multidisciplinarità propria della Bauhaus, la celebre scuola d’arte e design nata in Germania nel 1919, in un momento di grande complessità come quello attauale e oggi modello di riferimento per il Green Deal Europeo. La sede principale del Festival, che si svolge dal 9 al 12 giugno 2022, è Bruxelles, e ci saranno oltre 300 eventi in presenza e online in tutti i Paesi dell’Unione.

Un’occasione dunque per mettere in rete i mondi della ricerca, della scienza e della tecnologia, dell’educazione e dell’impegno civile, dell’arte e dell’architettura per riflettere e capire come creare insieme un futuro sostenibile. Questi temi sono al centro anche della conferenza Reconstructing the future. For people and planet, organizzata dalla Pontificia Accademia delle Scienze che l’8 giugno è stata presentata al MAXXI e a cui ha partecipato anche la presidente von der Leyen.

Dice Ursula von der Leyen, Presidente della Commissione Europea: “Il New European Bauhaus è iniziato con una visione. Grazie a migliaia di creativi e innovatori in tutta la nostra Unione, questa visione si è trasformata in un movimento che si è sviluppato ed è cresciuto in molti luoghi, come qui con il GRANDE MAXXI. Arte e cultura sono fondamentali per avvicinare il Green Deal Europeo ai cittadini, che possono giocare un ruolo fondamentale per accelerare la transizione verso un futuro sostenibile, bello e inclusivo”.

Commenta il Ministro Dario Franceschini: “L’Italia è molto orgogliosa di contribuire all’ondata di creatività del Nuovo Bauhaus Europeo. Artisti, designer, architetti e creativi italiani stanno plasmando un futuro più sostenibile e inclusivo, dove la bellezza incontra il rispetto per il pianeta e la diversità umana. Il Ministero della Cultura sta guidando questo sforzo. E in questa direzione va il GRANDE MAXXI, una sfida strategica per il Paese, un progetto sostenibile, un investimento sull’arte contemporanea, sulla ricerca, sull’innovazione”.

Dice Giovanna Melandri, Presidente Fondazione MAXXI: “Quando la Presidente von der Leyen ha lanciato il New European Bauhaus, ci siamo sentiti profondamente ispirati e in linea con il progetto europeo. Ogni giorno, attraverso lo sguardo e le visioni degli artisti, degli architetti e dei designer abbiamo esplorato i temi più urgenti del nostro tempo: il rapporto tra uomo e natura, le disuguaglianze sociali e di genere, la diplomazia culturale, il rapporto tra arte, scienza e intelligenza artificiale, il dialogo continuo e costruttivo tra tutte le forme della creatività e dell’ingegno. Ora ci proiettiamo nel futuro con il Progetto del GRANDE MAXXI, che riflette appieno i valori del New European Bauhaus. Per questo sono particolarmente lieta che il MAXXI sia parte del Festival, e sono onorata che la Presidente von der Leyen abbia scelto di lanciarlo e aprirlo ufficialmente proprio da qui. E non potevamo non dedicare questa giornata a David Sassoli e al suo impegno, come deputato e come Presidente del Parlamento europeo, per i valori che celebriamo oggi tutti insieme”.

Durante la diretta con Bruxelles, ci sono stati diversi collegamenti con alcuni dei Paesi che partecipano al Festival (Danimarca, Austria, Estonia, Germania, Cipro, Bulgaria, Latvia, Romania, Spagna e Repubblica Ceca) e il video messaggio della Presidente del Parlamento Europeo Roberta Metsola.

Il talk tra von der Leyen e Kéré è stato preceduto nel corso della mattinata da una serie di incontri sui temi della sostenibilità ambientale, sociale e tecnologica, con interventi di filosofi, scienziati, architetti, artisti, in diretta streaming sui canali social del museo. Alle 10, dopo i saluti di Pietro Barrera Segretario generale del MAXXI, Luca Ribichini Presidente Casa dell’Architettura OAR e Tobia Zevi, Assessore al Patrimonio e alle politiche abitative di Roma Capitale, Margherita Guccione, Direttore Scientifico del GRANDE MAXXI, ha presentato il progetto che prevede, tra l’altro, la realizzazione di un nuovo edificio sostenibile multifunzionale e di un’area verde attrezzata e che trova nel New European Bauhaus il suo contesto culturale e politico “naturale”. Alle10,30 Paolo Benanti, teologo e accademico, Silvia Costa, Commissario straordinario progetto carcere Santo Stefano, Vincenzo Ranieri, AD E-Distribuzione Enel Group, Anna Ramos, Direttrice Fondazione Mies van der Rohe, Barcellona, Benedetta Tagliabue, architetto e co-fondatrice dello Studio Miralles Tagliabue EMBT, hanno parlato di Transizione energetica e tecnologia per un futuro sotenibile, moderati da Pippo Ciorra, Senior Curator MAXXI Architettura.

Alle 11,30 dopo il video messaggio di Michelangelo Pistoletto, c’è stata la tavola rotonda Inclusione e giustizia sociale per un futuro sostenibile con Francesca Bria, economista e presidente del Fondo Nazionale per l’Innovazione – CDP Venture Capital; Antonella Polimeni, Rettrice Sapienza, Università di Roma, Ersilia Vaudo, astrofisica, Chief diversity officer all’Agenzia Spaziale Europea, curatrice della 23ª Esposizione Internazionale di Triennale Milano, Giovanna Melandri, Presidente del MAXXI. A seguire, Bartolomeo Pietromarchi, Direttore del MAXXI Arte, ha condotto il pubblico in una visita virtuale al MAXXI nel metaverso.

Back To Top