skip to Main Content
"L’urgenza è tale che l’assunzione dei colleghi non è ulteriormente rimandabile. Chiediamo al Ministro ed al vertice politico di intervenire immediatamente"
Ministero Cultura

“Assolutamente ingiustificato il ritardo per l’assunzione degli ulteriori 550 Afav (Assistenti fruizione, accoglienza, vigilanza), che da inizio dicembre slitterà a metà gennaio, il che vuol dire che la presa di servizio non sarà prima di marzo/aprile. La scelta della Direzione Generale Organizzazione è assolutamente illogica e non tiene conto della criticità che c’è nei nostri luoghi della Cultura. L’urgenza è tale che l’assunzione dei colleghi non è ulteriormente rimandabile”. Lo dichiara Giuseppe Nolè, Coordinatore nazionale Cisl Fp MiC. “Nel settore della vigilanza ed accoglienza mancano oltre 2000 unità e con una graduatoria pronta dobbiamo attendere ancora altri mesi: altro che efficienza ed efficacia dell’azione amministrativa. Chiediamo al Ministro ed al vertice politico di intervenire immediatamente”, conclude.

Back To Top