skip to Main Content

Nella sua posizione sul budget per il 2023, la commissione Cultura del Parlamento Europeo chiederà “fondi aggiuntivi per il programma Europa Creativa per il prossimo anno”. E’ quanto ha anticipato l’eurodeputato relatore per il parere, Morten Løkkegaard (Renew Europe), in un primo scambio di opinioni sulla bozza con gli altri deputati della commissione CULT all’Eurocamera.

Una bozza che per ora si limita a “otto paragrafi” ma su cui i deputati hanno tempo di proporre emendamenti fino al 18 gennaio. Il 7 febbraio è previsto il voto di commissione sul testo, che poi sarà trasmesso alla commissione per i bilanci (BUDG) del Parlamento dove sarà votato a metà marzo per poi approdare in plenaria. “Chiedo fondi aggiuntivi per Europea Creativa nel 2023 perché la piena ripresa del settore creativo e culturale non arriverà prima del 2024, quindi è opportuno chiedere più risorse”, ha motivato. La Commissione Europea ha adottato oggi il programma di lavoro di Europa Creativa valido per il 2022, che può contare su un budget annuale di 385,6 milioni di euro (100 milioni in più rispetto all’anno precedente).

Back To Top