skip to Main Content
Il provvedimento incassa 355 voti favorevoli. Numerose le misure sulla cultura: fondi per cinema, tutela del patrimonio, lavoratori dello spettacolo e fondazioni lirico-sinfoniche; norme per borghi, biblioteche, archivi e librerie; micro interventi per contributi a enti e istituzioni culturali

Via libera definitivo alla Legge di Bilancio 2022, su cui il Governo aveva posto la questione di fiducia. L’Aula della Camera ha dato l’ok finale con 355 voti a favore e 45 contrari. Il provvedimento contiene diverse misure che interessano il settore della cultura: dal potenziamento dei fondi per il cinema e l’audiovisivo, alle nuove risorse per contrastare lo spopolamento dei borghi e dei piccoli centri delle aree interne, alle norme per biblioteche, archivi e librerie, ai fondi per la tutela del patrimonio culturale, al sostegno al reddito per i lavoratori dello spettacolo. Nel corso dell’esame a Palazzo Madama è stato approvato un fondo da 150 milioni di euro per sostenere, tra gli altri, i lavoratori dello spettacolo.

Durante la prima lettura al Senato hanno ricevuto semaforo verde anche numerosi micro interventi che assegnano contributi a enti e istituzioni culturali tra cui l’Istituto dell’Enciclopedia Italiana, le fondazioni Zeffirelli e De Gasperi e la Biblioteca Ipovedenti di Treviso. Sostegni anche alle Capitali della Cultura 2023, ai carnevali storici, alle Accademie di musica, al Treno della Memoria e alla lingua italiana nel mondo. Risorse pure per le celebrazioni degli anniversari riguardanti Giacomo Matteotti, Pier Paolo Pasolini, Enrico Berlinguer e Giacomo Puccini.

Queste nel dettaglio le misure della Legge di Bilancio 2022 che interessano il settore della cultura:

FONDO CINEMA

Il fondo previsto dalla Legge Franceschini del 2016 per lo sviluppo degli investimenti nel cinema e nell’audiovisivo viene incrementato di ulteriori 110 milioni di euro. L’importo minimo annuale del fondo, nel 2016 di 400 milioni di euro, ora partirà da 750 milioni di euro.

FONDO CULTURA

Viene rifinanziata con 20 milioni di euro, per il 2022 e 2023, la dotazione del Fondo cultura istituito dal decreto rilancio nel maggio 2020 per promuovere gli investimenti sul patrimonio culturale materiale e immateriale e aperto alla partecipazione di soggetti privati.

FONDO BIBLIOTECHE

Trenta milioni di euro per ciascuno degli anni 2022 e 2023 per promuovere la lettura e sostenere la filiera dell’editoria libraria. Le risorse sono assegnate alle biblioteche dello Stato, degli enti territoriali e degli istituti per l’acquisto di libri rivolgendosi in modo prevalente alle librerie presenti sui propri territori.

TAX CREDIT LIBRERIE

Incrementato di 10 milioni di euro per il 2022 e 2023 il tax credit librerie, l’incentivo fiscale per sostenere le librerie, soprattutto quelle indipendenti e situate nei piccoli centri.

FONDO PER IL SOSTEGNO ECONOMICO TEMPORANEO DEI LAVORATORI DELLO SPETTACOLO (SET)

Al via il Fondo per il Sostegno Economico Temporaneo – SET, con una dotazione di 40 milioni di euro a decorrere dal 2022. Il SET rientra tra le misure previste dal nuovo welfare dei lavoratori dello spettacolo che ridisegna le tutele dei lavoratori tenendo conto delle specificità di un settore in cui il rapporto di lavoro è strutturalmente discontinuo per il carattere oggettivo della prestazione e non per scelta datoriale o del lavoratore stesso.

BORGHI

Meno tasse per le attività commerciali nei comuni con una popolazione inferiore ai 500 abitanti. Per favorire lo sviluppo turistico e contrastare la desertificazione commerciale e l’abbandono dei territori, i commercianti al dettaglio e gli artigiani che iniziano, proseguono o trasferiscono la propria attività in un comune con popolazione fino a 500 abitanti delle aree interne, possono beneficiare, per gli anni 2022 e 2023, dell’esenzione dall’imposta municipale propria per gli immobili siti nei predetti Comuni. Per le medesime finalità lo Stato, le Regioni, le Province autonome e gli Enti locali possono concedere in comodato beni immobili di loro proprietà, non utilizzati per fini istituzionali, ai commercianti e agli artigiani.

18APP

230 milioni di euro sono destinati alla 18App. Viene stabilizzato e reso permanente il bonus cultura da 500 euro per i neo diciottenni da spendere per acquistare biglietti per rappresentazioni teatrali e cinematografiche, spettacoli dal vivo, libri, abbonamenti a quotidiani e periodici anche in formato digitale, musica registrata, prodotti dell’editoria audiovisiva, titoli di accesso a musei, mostre ed eventi culturali, monumenti, gallerie, aree archeologiche e parchi naturali, nonché per sostenere i costi relativi a corsi di musica, di teatro o di lingue straniere.

FONDAZIONI LIRICO SINFONICHE

Viene istituito un nuovo fondo per il risanamento delle fondazioni lirico sinfoniche con una dotazione di 100 milioni di euro per l’anno 2022 e 50 milioni di euro per il 2023. Almeno i due terzi di tali risorse sono riservati a quelle fondazioni che presentano specifiche criticità economico-patrimoniali. Qualora le fondazioni producano nuovo disavanzo d’esercizio sì da ridurre il patrimonio indisponibile, anche per un solo anno, il Ministro della Cultura dispone lo scioglimento degli organi di indirizzo e di gestione delle stesse, procedendo alla loro gestione commissariale in regime di amministrazione straordinaria. La restante quota del fondo è invece destinata prioritariamente alle altre fondazioni con l’obiettivo di finanziare investimenti destinati ad incrementare l’attivo patrimoniale e al rilancio delle attività di spettacolo dal vivo.

Nel corso dell’esame al Senato è stato inoltre deciso che la ripartizione della quota del FUS avvenga sulla base della media delle percentuali stabilite per il triennio 2017-2019 e non sull’ultimo triennio in cui, causa Covid, non si è lavorato. Inoltre, ci sarà più tempo per rendicontare l’attività svolta nel 2021, ovvero entro il 30 giugno 2022. Infine viene prorogata fino al 31 dicembre 2022 la possibilità di procedere ad assunzioni a tempo indeterminato di personale artistico, tecnico e amministrativo mediante procedure selettive riservate in misura non superiore al 50 per cento dei posti disponibili al personale che alla data di pubblicazione dei relativi bandi presti servizio, o lo abbia prestato fino a un anno prima della data di entrata in vigore della disposizione, presso la fondazione che procede all’assunzione, sulla base di contratti di lavoro a tempo determinato per un tempo complessivo non inferiore a diciotto mesi, anche non continuativi, negli otto anni precedenti.

ARCHIVI

Al fine di assicurare la conservazione e la fruizione del patrimonio archivistico, è autorizzata la spesa di 100 milioni di euro fino al 2025 per l’acquisto di immobili destinati agli Archivi di Stato e per la realizzazione di interventi di adeguamento antincendio e sismico degli istituti archivistici e per l’acquisto e di immobili destinati ai medesimi istituti già in possesso delle necessarie caratteristiche antisismiche e dotati di impianti adeguati alla normativa vigente.

ISTITUTI CULTURALI

Le risorse per il finanziamento delle istituzioni culturali vengono incrementate di 20 milioni di euro a partire dal 2022.

FONDO TUTELA

A partire dal 2022 viene incrementato con 100 milioni di euro il fondo per la tutela del patrimonio culturale. Uno strumento concreto che, in attuazione dell’articolo 9 della Costituzione, assicura risorse stabili alla tutela del patrimonio culturale e consente di pianificare con ragionevole anticipo gli interventi prioritari sul patrimonio culturale.

FUS

A decorrere dal 2022 il Fondo unico per lo spettacolo viene incrementato di ulteriori 20 milioni di euro superando così i 400 milioni di euro annui.

FONDO UNICO NAZIONALE PER IL TURISMO

Al fine di razionalizzare gli interventi finalizzati all’attrattività e alla promozione turistica nel territorio nazionale, sostenendo gli operatori del settore nel percorso di attenuazione degli effetti della crisi e per il rilancio produttivo ed occupazionale in sinergia con le misure previste dal Piano nazionale di ripresa e resilienza, nello stato di previsione del Ministero del Turismo è istituito un fondo da ripartire denominato “Fondo unico nazionale per il turismo di parte corrente”, con una dotazione pari a 120 milioni di euro per ciascuno degli anni 2022 e 2023 e a 40 milioni di euro per l’anno 2024.

Le risorse sono destinate alle seguenti finalità: a) adozione di misure di salvaguardia per gli operatori economici del settore in grado di valorizzare le potenzialità del comparto di fronte agli effetti di crisi sistemiche o settoriali, concentrando le misure in favore degli operatori per i quali permangono condizioni che limitano l’ordinaria possibilità di svolgimento delle attività produttive e lavorative; b) promozione di politiche di sviluppo del turismo in grado di produrre positive ricadute economiche e sociali sui territori interessati e per le categorie produttive e sociali coinvolte.

Per la realizzazione di investimenti finalizzati ad incrementare l’attrattività turistica del Paese, anche in relazione all’organizzazione di manifestazioni ed eventi, compresi quelli sportivi, connotati da spiccato rilievo turistico, garantendo positive ricadute sociali, economiche ed occupazionali sui territori e per le categorie interessate, nello stato di previsione del Ministero del turismo è istituito un fondo da ripartire denominato “Fondo unico nazionale per il turismo di conto capitale”, con una dotazione pari a 50 milioni di euro per l’anno 2022, 100 milioni di euro per l’anno 2023 e 50 milioni di euro per ciascuno degli anni 2024 e 2025.

OFFERTA TURISTICA PER PERSONE CON DISABILITÀ

Al fine di sostenere lo sviluppo dell’offerta turistica rivolta alle persone con disabilità e favorire l’inclusione sociale e la diversificazione dell’offerta turistica stessa, presso il Ministero del turismo è istituito un fondo con una dotazione pari a 6 milioni di euro per ciascuno degli anni 2022, 2023 e 2024, destinato alla realizzazione di interventi per l’accessibilità all’offerta turistica delle persone con disabilità.

FONDO EDITORIA

È istituito presso il Ministero dell’Economia e delle Finanze, per il successivo trasferimento al bilancio autonomo della Presidenza del Consiglio dei ministri, il “Fondo straordinario per gli interventi di sostegno all’editoria”, con una dotazione pari a 90 milioni di euro per l’anno 2022 e a 140 milioni di euro per l’anno 2023. Il Fondo è destinato a incentivare gli investimenti delle imprese editoriali, anche di nuova costituzione, orientati all’innovazione tecnologica e alla transizione digitale, all’ingresso di giovani professionisti qualificati nel campo dei nuovi media, nonché a sostenere le ristrutturazioni aziendali e gli ammortizzatori sociali e a sostegno della domanda di informazione.

BONUS FACCIATE

Viene prorogato a tutto il 2022 il Bonus Facciate. Il credito d’imposta, che per il 2021 è stato pari al 90% e ora viene rimodulato al 60%, servirà a rilanciare il settore edilizio con investimenti per il restauro e il recupero delle facciate di palazzi e condomìni e restituire bellezza alle città.

FONDO SPETTACOLO

Nello stato di previsione del Ministero dello Sviluppo economico, viene istituito un fondo con una dotazione di 150 milioni di euro per il 2022, da destinare al sostegno degli operatori economici del settore del turismo, dello spettacolo e dell’automobile gravemente colpiti dall’emergenza Covid.

CAPITALI DELLA CULTURA 2023

Per il finanziamento dei progetti presentati dalle città di Bergamo e Brescia, designate capitali italiane della cultura per il 2023, è autorizzata la spesa di un milione di euro per il 2022 da ripartire in parti uguali per le due città.

Altri 500 mila euro, per il 2022, sono destinati alle due città allo scopo di finanziare le iniziative finalizzate a incrementare la fruizione del patrimonio culturale, materiale e immateriale della capitale italiana della cultura.

ARCHI ROMANI ANTICHI

Per assicurare e promuovere la valorizzazione del territorio, nel rispetto delle relative peculiarità identitarie e culturali, anche attraverso l’offerta di cammini e itinerari storici e la riscoperta di aree archeologiche dimenticate, garantendo la continuità nella fruizione per i visitatori, nello stato di previsione del Ministero della Cultura è istituito il Fondo per la tutela e la valorizzazione degli Archi romani antichi in Italia, con una dotazione pari a 400 mila euro per il 2022.

FESTIVAL MITO

Per la realizzazione del Festival Internazionale della Musica MITO è assegnato un contributo di un milione di euro per il 2022 in favore della Fondazione I Pomeriggi Musicali e della Fondazione per la Cultura Torino.

ISTITUTO DELL’ENCICLOPEDIA ITALIANA

Un milione di euro per il 2022 è stanziato per l’Istituto dell’Enciclopedia italiana, in particolare per l’aggiornamento della base dati della Biografia Nazionale e dell’Osservatorio della lingua italiana.

GIACOMO MATTEOTTI

Per celebrare la figura di Giacomo Matteotti, nella ricorrenza dei cento anni dalla sua morte, è autorizzata la spesa di 400 mila euro per ciascuno degli anni 2022 e 2023.

PIER PAOLO PASOLINI

Per celebrare la figura di Pier Paolo Pasolini, nella ricorrenza dei cento anni dalla sua nascita, è autorizzata la spesa di 400 mila euro per ciascuno degli anni 2022 e 2023.

ENRICO BERLINGUER

Per celebrare la figura di Enrico Berlinguer, nella ricorrenza dei cento anni dalla sua nascita, è autorizzata la spesa di 400 mila euro per ciascuno degli anni 2022 e 2023.

GIORNATA NAZIONALE “GIOVANI E MEMORIA”

Il giorno 31 ottobre viene riconosciuto come Giornata nazionale “Giovani e memoria” al fine di promuovere i valori e il significato profondo dei personaggi, degli eventi e della memoria, rafforzando, anche mediante il ricorso alle nuove tecnologie, ai linguaggi contemporanei, alle piattaforme digitali e ai social media, il grado di consapevolezza, coinvolgimento e partecipazione delle giovani generazioni.

GIACOMO PUCCINI

Per la celebrazione nel 2024 del centenario della morte di Giacomo Puccini, è autorizzata la spesa di 1,5 milioni di euro per il 2022 e di 8 mln per il 2023 per il finanziamento degli interventi di promozione, ricerca, salvaguardia e diffusione della conoscenza della vita, dell’opera e dei luoghi legati alla figura del compositore.

CARNEVALI STORICI

Il Fus è incrementato di un milione di euro per il 2022 per tutelare e valorizzare la funzione svolta dai carnevali storici, che abbiano una riconoscibile identità storica e culturale, per la conservazione e la trasmissione delle tradizioni storiche e popolari in relazione alla promozione dei territori.

ASSOCIAZIONI MUSICALI

Per ciascuno degli anni 2022 e 2023, è previsto un contributo di 500 mila euro complessivi da suddividere in misura proporzionale tra l’Associazione Senzaspine, l’Associazione Musicale Gasparo da Salò, Soundiff – Diffrazioni Sonore soc. coop., l’Associazione culturale musicale I Filarmonici di Benevento, l’Ensemble Mare Nostrum, l’Associazione Filharmonie e l’Orchestra dei Giovani Europei.

INTERVENTI A FAVORE DEGLI ESULI DELLA EX JUGOSLAVIA E DELLA MINORANZA ITALIANA IN SLOVENIA, MONTENEGRO E CROAZIA

Per la prosecuzione degli interventi di cui alla legge 16 marzo 2001, n. 72, è autorizzata la spesa di 2,3 milioni di euro per l’anno 2022 e di 2 milioni di euro per ciascuno degli anni 2023 e 2024. Per la prosecuzione degli interventi di cui alla legge 21 marzo 2001, n. 73, è autorizzata la spesa di 3 milioni di euro per ciascuno degli anni 2022, 2023 e 2024. L’autorizzazione di spesa di cui alla legge 2 dicembre 1982, n. 960 è incrementata di 1 milione di euro per ciascuno degli anni 2022, 2023 e 2024.

IL PERUGINO

E’ istituito il Comitato nazionale per le celebrazioni del quinto centenario della morte del pittore Pietro Vannucci, detto “Il Perugino”, per una spesa complessiva di un milione di euro per il 2022.

ACCADEMIE DI MUSICA

2,1 milioni di euro, per ciascuno degli anni 2022 e 2023 da dividere in parti uguali, sono destinati all’Accademia internazionale di Imola, alla Scuola di Musica di Fiesole e all’Accademia Musicale Chigiana per il proseguimento delle loro attività.

FONDAZIONE ANNA MILANESE

Contributo di 350 mila euro per il 2022 alla fondazione Anna Milanese per garantire assistenza e protezione alle ragazze povere e orfane dell’Etiopia, promuovendo l’istruzione e la cultura negli strati più emarginati della popolazione etiopica.

CENTRO STUDI SALVO D’ACQUISTO

Contributo di 350 mila euro per il 2022 a favore del Centro Studi Salvo D’Acquisto (CESD) finalizzato a sostenere e diffondere le attività in ambito culturale dedicate alla nobile figura dell’Arma dei Carabinieri.

LA VERSILIANA

Al fine di sostenere e valorizzare l’attività culturale gravemente penalizzata dal COVID-19 è autorizzata per il 2022 la spesa di 300 mila euro a favore della Fondazione la Versiliana di Pietrasanta.

CAMMINI RELIGIOSI

Presso il Ministero del Turismo è istituito un Fondo per i cammini religiosi, con una dotazione di 3 milioni di euro per il 2022, per il rilancio e la promozione turistica dei percorsi “cammini” religiosi e il recupero e valorizzazione degli immobili che li caratterizzano.

MUSEO DELL’ASTRATTISMO STORICO E DEL RAZIONALISMO ARCHITETTONICO

Nello stato di previsione del Ministero della Cultura è istituito il Fondo per l’istituzione del Museo nazionale dell’astrattismo storico e del razionalismo architettonico di Como, con una dotazione di un milione di euro per l’anno 2022, mediante la realizzazione e l’adattamento della sede del Museo a Palazzo Terragni.

MONUMENTO AI CADUTI

200 mila euro, nel 2022, sono destinati alla valorizzazione del complesso monumentale ai caduti della Prima guerra mondiale nel Comune di Erba.

MUSEO DELLO SCENOGRAFIA

400 mila euro vanno al ripristino e alla valorizzazione del patrimonio edilizio di Villa Candiani di Erba. Altri 400 mila euro, nel 2022, sono destinati all’istituzione, sempre nella Villa Candiani, del Museo interattivo della Scenografia.

PATRIMONI CULTURALI IMMATERIALI AGRO-ALIMENTARI

È istituito, nello stato di previsione della spesa del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, un Fondo per la valorizzazione internazionale dei patrimoni culturali immateriali agro-alimentari ed agro-silvo-pastorali con dotazione pari a due milioni di euro per il 2022. Il Fondo è destinato a sostenere le tradizioni e le pratiche agro-alimentari ed agro-silvo-pastorali dichiarati dall’UNESCO patrimonio immateriale dell’umanità. Una quota annua pari a 500 mila euro è destinata, per l’anno 2022, a sostenere l’iscrizione di nuove tradizioni e pratiche agro-alimentari ed agro-silvo-pastorali nella Lista rappresentativa dei patrimoni immateriali dell’UNESCO di cui alla suddetta Convenzione.

LINGUA E CULTURA ITALIANA NEL MONDO

Per la Promozione della Lingua e Cultura Italiana all’Estero: 600 mila euro (aggiuntivi rispetto al finanziamento a regime) per l’anno 2022, destinati in particolare al sostegno degli enti gestori di corsi di lingua e cultura. Per il personale a contratto presso le rappresentanze diplomatiche consolari: 800 mila euro a decorrere dal 2022 per adeguare le retribuzioni. Sostegno alla rete dei Consoli Onorari: 600 mila euro per l’anno 2022.

CERAMICA ARTISTICA E ARTIGIANATO

Previsto uno stanziamento complessivo di 15 milioni di euro per la tutela e lo sviluppo dell’artigianato nella sua espressione territoriale, artistica e tradizionale nonché per il sostegno e la valorizzazione della ceramica artistica tradizionale.

ACCADEMIA GALILEIANA

All’Accademia Galileiana di Scienze, Lettere ed Arti di Padova, è assegnato un contributo di 125 mila euro per il 2022 al fine di avviare un programma di riqualificazione e adeguamento dell’edificio monumentale e di valorizzazione del percorso museale.

BIBLIOTECA IPOVEDENTI

Per il 2022 è autorizzata la spesa di 200 mila euro in favore della Biblioteca italiana ipovedenti “B.I.I. Onlus” di Treviso.

FONDAZIONE ZEFFIRELLI

E’ previsto un contributo di 200 mila euro per il 2022 per la Fondazione privata senza fini di lucro “Franco Zeffirelli onlus”, istituita nel 2015 per mettere a disposizione del pubblico e degli studiosi il proprio patrimonio artistico e culturale.

FONDAZIONE DE GASPERI

In occasione dell’ottantesimo anniversario della nascita della Democrazia Cristiana è autorizzata la spesa di euro 200 mila per il 2022 a favore della Fondazione De Gasperi ai fini del programma straordinario di valorizzazione dell’archivio degasperiano inedito, oltreché della promozione di ricerche, seminari e convegni da svolgere presso scuole superiori, università e amministrazioni locali.

TRENO DELLA MEMORIA

Al fine di favorire la conoscenza degli eventi che portarono la salma del Milite ignoto a Roma e di preservarne la memoria in favore delle future generazioni, è autorizzata la spesa di 300 mila euro per il 2022 per la prosecuzione del viaggio del Treno della Memoria attraverso un itinerario che porti a raggiungere almeno tutti i capoluoghi di regione e le maggiori città italiane non coinvolte nel percorso storico del 1921 e che simboleggi l’Unità nazionale.

AREA PROMOZIONE CULTURALE DEL MAECI

Il Ministero degli Affari esteri e della cooperazione internazionale è autorizzato ad assumere a tempo indeterminato, per l’anno 2022, nell’ambito della vigente dotazione organica, fino a 44 dipendenti appartenenti all’area della promozione culturale, III area funzionale, posizione economica F1, mediante lo scorrimento delle graduatorie di concorsi vigenti alla data del 1º ottobre 2021 ovvero l’indizione di nuovi concorsi. Al tal fine è autorizzata la spesa nel limite massimo di 1.851.820 euro a decorrere dal 2022.

CIVIDALE DEL FRIULI

Per fare fronte ad interventi urgenti di tutela e di valorizzazione nei siti di Cividale del Friuli iscritto nella Lista del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO, è autorizzata la spesa di 1,2 milioni di euro per il 2022.

CHIESA DI SAN PIETRO IN COLLE

Per sostenere la messa in sicurezza della Chiesa di San Pietro in Colle nel Comune di Caldiero (Vr), che presenta interesse culturale, viene autorizzata per il 2022 la spesa di 350 mila euro in favore della Parrocchia di Caldiero.

Back To Top