skip to Main Content
COLTIVARE COMUNITA'

Abitare i territori come desiderio diffuso, ingegnoso e fecondo

Non vi sarà territorio interno abitabile se non articolando nuovamente un lessico, conversazioni e strategie capaci di una nuova “coscienza dei luoghi”. Una coscienza non più omogena, ma necessariamente plurale e di scoperta, bisognosa di ascolto e compartecipazione da parte di tutti i soggetti interessati e codificante il luogo nella contemporaneità

© AgenziaCULT - Riproduzione riservata

Back To Top