skip to Main Content
La procedura è stata indetta da Invitalia in qualità di Centrale di Committenza per l’aggiudicazione dell’appalto per conto del Ministero della Cultura

C’è tempo fino alle 14 del 20 luglio 2022 per partecipare alla procedura di gara aperta per l’affidamento dei lavori di verifica del rischio sismico, riduzione della vulnerabilità e restauro della chiesa di San Fermo Maggiore a Verona. La procedura è stata indetta da Invitalia in qualità di Centrale di Committenza per l’aggiudicazione dell’appalto per conto del Ministero della Cultura Soprintendenza archeologia belle arti e paesaggio per le province di Verona, Rovigo e Vicenza. L’obiettivo principale dell’intervento – che interessa in particolare la copertura, caratterizzata da un soffitto ligneo a carena di nave, e la cappella della Madonna – è quello di migliorare il comportamento sismico della struttura, attraverso azioni volte ad incrementare la rigidezza e ad assicurare efficaci collegamenti tra gli elementi delle strutture lignee di copertura e le murature d’ambito, nonché ad impedire il ribaltamento delle pareti della cappella.

Le opere oggetto dell’appalto comprendono sinteticamente: smontaggio e rimontaggio del manto di copertura e degli elementi su esso presenti, della navata principale, transetti e Cappella della Madonna; integrazione e rafforzamento delle strutture in legno di copertura; realizzazione di irrigidimento del piano di falda tramite posa di secondo tavolato e nastri forati in acciaio; posa in opera di tiranti per il trattenimento delle facciate della Cappella della Madonna; interventi localizzati di consolidamento delle murature in presenza di lesioni. L’importo totale dell’appalto, comprensivo degli oneri della sicurezza è di 651.015,88 euro.

Back To Top