skip to Main Content

“L’approvazione del disegno di legge sulla professione di guida turistica da parte del Consiglio dei ministri ieri è una notizia molto importante per la nostra categoria, che attende questa riforma da dieci anni”. Isabella Ruggiero, presidente di Agta – Associazione Guide Turistiche Abilitate, commenta così il via libera in Consiglio dei ministri del testo che riforma la ‘Disciplina della professione di guida turistica’. Il testo, aggiunge Ruggiero, “contiene molti elementi innovativi: finalmente lo Stato riprende in mano il suo ruolo in fatto di professioni, l’esame di guida diventa nazionale mettendo fine al caos degli ultimi anni, fissando criteri di accesso e prove di esame uguali per tutti e introducendo l’obiettivo della qualità e dell’aggiornamento del professionista. E’ stata posta particolare attenzione a tutte le norme che possono essere strumento contro l’abusivismo, anche in relazione alle nuove forme di turismo sul web”.

Apprezzato anche il lavoro del dicastero guidato da Daniela Santanchè. “Da quando il nuovo ministero si è insediato, abbiamo apprezzato molto il lavoro sulla nostra legge, sia perché il testo è in gran parte frutto di un Tavolo creato appositamente con le maggiori associazioni di categoria, sia perché il ministro Santanché ha partecipato personalmente a buona parte degli incontri”. Infine l’auspicio a varare rapidamente in via definitiva il provvedimento: “Ora speriamo che il testo possa essere approvato velocemente dal Parlamento, senza arresti e senza modifiche che ne alterino i principi. C’è bisogno di tantissime guide in tutta Italia. In attesa non ci siamo solo noi ma anche migliaia di persone, giovani e meno giovani, che sperano di potere al più presto partecipare al prossimo nuove esame per entrare nel nostro settore”.

© AgenziaCULT - Riproduzione riservata

Back To Top