skip to Main Content
Raggiunti i 60 mila voti, record di sempre. Alle origini del successo una nuova pagina internet per l'iniziativa e la messa in chiaro in tempo reale dei voti ricevuti da ogni progetto

Più di 60 mila voti in una settimana per il concorso Art Bonus 2022. Un risultato che è andato ben oltre le aspettative per una manifestazione giunta ormai alla sesta edizione e che premia il progetto finanziato attraverso l’Art Bonus più votato tra quelli selezionati sulla piattaforma (artbonus.gov.it/concorso) e che hanno concluso le loro raccolte nell’anno precedente (2021). L’iniziativa mira in particolare a promuovere una sempre più diffusa conoscenza dell’Art Bonus e premiare l’impegno di quanti, beneficiari e mecenati, rendono possibile attraverso l’Art Bonus il recupero e la valorizzazione del patrimonio culturale del nostro Paese. Ideatori e promotori del progetto sono, fin dal 2016, Ales Spa (per conto del Ministero della Cultura) e Fondazione Promo Pa – Lubec.

I PERCHE’ DI UN SUCCESSO

L’edizione di quest’anno porta con sé diverse novità a cominciare dal sistema di votazione e dall’aumento considerevole del numero di progetti in gara: nel 2022 sono 365, erano invece 210 con 23 mila voti complessivi nel 2021. Quali sono le ragioni di questo boom di voti per un’iniziativa che in una settimana ha quasi triplicato i migliori risultati dell’intero periodo di votazioni delle passate edizioni? Risponde ad Agenzia CULT Carolina Botti, direttore Ales e referente Art Bonus per il Ministero della Cultura: “Sicuramente il Concorso Art Bonus ha raggiunto dopo cinque anni maggiore notorietà su tutto il territorio nazionale. Riteniamo vincente la scelta di rendere in chiaro i voti ricevuti da ogni progetto in tempo reale per dare un segno tangibile della propria azione ad ogni cittadino desideroso di contribuire a premiare i progetti preferiti”.

“Ci rendiamo conto – aggiunge Botti – che laddove siano già partite campagne sui canali social degli enti oppure sia scesa in campo la stampa (sia digitale che cartacea) le votazioni volano in alto. Il nostro ufficio comunicazione produrrà contenuti per divulgare ulteriormente l’iniziativa a livello regionale. Tra le novità di questa edizione, infine, che crediamo stia contribuendo in parte al suo successo, la nuova pagina dedicata al Concorso, accessibile direttamente anche dalla home del sito governativo artbonus.gov.it, che rende molto semplice la ricerca dei propri progetti del cuore”.

QUALCHE INFORMAZIONE

Ricordiamo che si vota sulla piattaforma ‘//artbonus.gov.it/concorso’ fino al 21 marzo (con uno step intermedio di selezione: dopo il 21 febbraio resteranno in gara solo i progetti che avranno ottenuto almeno 100 voti). I 10 progetti che avranno ottenuto il maggior numero di voti sul sito parteciperanno alla votazione solo social che si terrà da 22 marzo al 1° aprile per determinare il vincitore.

In gara per il Concorso 365 progetti Art Bonus così distribuiti sul territorio nazionale: Abruzzo 2, Basilicata 1, Calabria 2, Campania 11, Emilia Romagna 48, Friuli Venezia Giulia 16, Lazio 17, Liguria 7, Lombardia 33, Marche 26, Molise 2, Piemonte 54, Puglia 8, Sardegna 5, Sicilia 8, Toscana 73, Trentino Alto Adige 8, Umbria 13, Veneto 31.

© AgenziaCULT - Riproduzione riservata

Back To Top